Serie A e Covid-19, il medico della Lazio: “Protocollo va modificato”

Ivo Pulcini, responsabile sanitario del club biancoceleste, ha fatto il punto della situazione sul campionato

© Bartoletti

ROMA - Pausa per le nazionali, il campionato è fermo in attesa di ripartire. Con la paura dei contagi. In Serie A si registrano casi, ma si va avanti. Il responsabile sanitario della Lazio, Ivo Pulcini, ai microfoni di Radiosei ha detto la sua sulla questione: “Secondo me si sta esagerando. Si sta mettendo paura alle persone dicendo che stanno aumentando vertiginosamente i casi e che si richiuderà tutto. Molti sono asintomatici, questa è una cosa che va sottolineata. Io sono ottimista, non vi spaventate. Il virus in questo momento è più affrontabile. Mi affido al buon senso e alla ragionevolezza”.

Serie A, chi è il più veloce? Ecco la top 10 della terza giornata
Guarda la gallery
Serie A, chi è il più veloce? Ecco la top 10 della terza giornata

Questione protocollo

“Mi aspetto assolutamente una riforma del protocollo per tutti. E me l’aspetto anche nel calcio. La ASL ha fatto benissimo a bloccare il Napoli, attenendosi al suo dovere in questo momento. La Serie A è stata messa in crisi perché va rivisto il regolamento e il protocollo dal punto di visto tecnico. L’intervento delle ASL è il punto chiave. Perché adesso ha tutto il diritto di intervenire. Secondo me il medico sociale di ogni società potrebbe avere un ruolo più importante". 

Inter, Nainggolan e Gagliardini positivi al Coronavirus
Guarda il video
Inter, Nainggolan e Gagliardini positivi al Coronavirus

Commenti