Capello sulla lotta scudetto: "Corsa a tre. Juve, Milan e Inter hanno identità"

L'ex allenatore della Roma parla della lotta al titolo in Serie A soffermandosi sulle prime tre in classifica: "Sono convinte della loro forza e hanno trovato una quadratura"
Capello sulla lotta scudetto: "Corsa a tre. Juve, Milan e Inter hanno identità"© LAPRESSE

ROMA - Fabio Capello si è espresso sulla lotta Scudetto di questa stagione parlando delle attuali prime tre in classifica: Milan, Inter e Juventus. Ai microfoni di 'La Politica nel pallone' su Gr Parlamento l'ex allenatore del Real Madrid ha spiegato: "Per lo scudetto è una corsa a tre. Le squadre sono convinte della loro forza, hanno trovato un'identità e una quadratura".

Capello: "Milan, c'è serentià"

Sui rossoneri primi in classifica in solitaria, Capello ha evidenziato l'aspetto mentale come punto saldo della squadra di Stefano Pioli: "C'è serenità, la mancanza del pubblico ha fatto aiutato la squadra a crescere, i giocatori hanno più convinzione. È una squadra di giovani che gioca con la spensieratezza dell'Ajax, una cosa molto bella da vedere - aggiunge - La spensieratezza ti fa esprimere tutto quello che hai dentro. Il Milan gioca bene, diverte e fa risultato". Sul leader Zlatan Ibrahimovic: "È stato fondamentale nel far crescere tutti quanti, la mentalità. Li ha supportati nel momento in cui è rimasto fuori. Vederlo stimolare i ragazzi è più che mai positivo, significa che è un piacere per lui insegnare e far vedere quello che ha imparato mettendolo a disposizione della squadra. E lui in campo fa la differenza. Ma grande merito va a Pioli".

Il Milan e Calhanoglu lanciano la sfida alla Juve: "Chi non salta..
Guarda il video
Il Milan e Calhanoglu lanciano la sfida alla Juve: "Chi non salta..

Capello: "Juve, trovato il sistema giusto"

La Juventus di Andrea Pirlo insegue al terzo posto con qualche rallentamento di troppo ma Capello vede un gruppo in crescita: "Ha ritrovato se stessa. Pirlo ha fatto degli esperimenti, poi ha trovato la squadra e il sistema giusto. Tutti hanno capito cosa devono fare, la qualità è alta e si vede in partita. Dybala deve correre di più, essere più partecipe all'azione e alle due fasi. Le qualità non si discutono. Morata fa le due fasi molto bene, ha una generosità unica, si integra perfettamente con Ronaldo. E Cristiano quando è in area è come un pesce in acqua, sente dove va la palla, è un giocatore importantissimo". Sugli aspetti tecnici: "La squadra ha trovato un buon equilibrio a centrocampo, che è il motore della squadra. McKennie è molto importante per dinamismo e attività. Davanti poi hanno due giocatori pericolosissimi in area. La difesa però subisce qualche difficoltà, li vedo a volte un po' sorpresi in area. Forse l'unico punto debole della squadra, per modo di dire, mi sembra questo".

Capello: "Inter, tornata quella dell'anno scorso"

Dopo alcune difficoltà tecnico/tattiche iniziali Antonio Conte ha riportato l'Inter in carreggiata, questa la chiave secondo mister Capello: "L'Inter è tornata a giocare come l'anno scorso, aveva provato a fare qualcosa di nuovo all'inizio con il pressing alto, ma non ha dato risultati, subivano molti gol. Ora che è tornata al vecchio sistema, segna e subisce poco".

Serie A, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti