Juve-Napoli, 7 denunce per i fuochi d'artificio prima della partita

La Polizia ha individuato il gruppo di giovani responsabile: pronto il Daspo
Juve-Napoli, 7 denunce per i fuochi d'artificio prima della partita© Juventus FC via Getty Images

REGGIO EMILIA - Sette giovani sono stati individuati dalla polizia quali responsabili di aver esploso i fuochi d'artificio all'inizio della partita di Supercoppa Italiana Juventus-Napoli di ieri sera al Mapei Stadium di Reggio Emilia. Appena è stato acceso il materiale pirotecnico, gli agenti sono andati nei pressi della curva nord dello stadio, sorprendendo il gruppo di giovani. Questi ultimi hanno tentato la fuga attraverso i campi agricoli per poi nascondersi dietro alcune auto in sosta, ma sono stati inseguiti e infine bloccati. I ragazzi hanno poi ammesso le loro responsabilità, sostenendo di avere l'intenzione di emulare chi aveva acceso i fuochi allo stadio San Siro, il 17 gennaio scorso, poco prima del match di campionato di Serie A fra Inter e Juventus, provocando il ritardo del fischio d'inizio di un quarto d'ora. Sono in corso gli accertamenti da parte della Digos della questura reggiana per valutare le violazioni penali e l'eventuale applicazione del provvedimento Daspo.

Trionfo Juve, grande festa anche negli spogliatoi
Guarda la gallery
Trionfo Juve, grande festa anche negli spogliatoi

Serie A, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti