Diritti tv: Sky va all'Antitrust contro Tim: "Accordo illegittimo"

A comunicarlo è la stessa pay tv in una nota all'Ansa che continua: "Esclusiva non deve ledere la concorrenza"
Diritti tv: Sky va all'Antitrust contro Tim: "Accordo illegittimo"© EPA
TagsSerie A

Nella vicenda relativa all'assegnazione dei diritti tv per la Serie A 2021/2022, Sky ha annunciato, in una nota all'Ansa, di aver ufficialmente fatto ricorso all'Antitrust, accusando Dazn e Tv di aver stipulato un "accordo illegittimo di esclusiva". La nota recita testualmente "Sky si è rivolta all'Antitrust per essere sicura che milioni di consumatori e appassionati di calcio possano continuare a sottoscrivere la serie A attraverso una pluralità di fornitori di broadband e guardarla sulla piattaforma che preferiscono - satellite, DTT o OTT - esattamente come oggiTIM, il retailer dominante nella banda larga, ha stipulato un accordo illegittimo di esclusiva con DAZN. Questo accordo preclude all'OTT la possibilità di distribuire il campionato di Serie A attraverso altri operatori favorendo così TIM e rafforzando la sua posizione dominante nel mercato della banda larga. In un momento cruciale di passaggio per l'Italia dalla banda standard alla banda ultra larga, questo accordo di esclusiva non deve ledere la concorrenza. Per questo Sky invita l'Antitrust ad agire con urgenza per garantire che il campionato di Serie A possa essere fruito da tutti i consumatori  in condizioni che favoriscono la concorrenza e la libera scelta". 

Diritti Tv: Windtre, garantire pluralita' tecnologica

In merito al dibattito in corso sui diritti del calcio in Tv, Windtre ritiene che "tutti gli appassionati di questo sport abbiano il diritto di scegliere la modalita' di fruizione delle partite a loro piu' gradita".  Pertanto "le autorita' nazionali -sottolinea la societa' in una nota - dovrebbero garantire al pubblico l'esercizio di questo diritto attraverso l'affermazione della pluralita' tecnologica dell'offerta, che si tratti di banda ultralarga in fibra, satellite o digitale terrestre"

Open Fiber, tutela diritti consumatori

"Con riguardo a quanto comunicato oggi da SKY e da Windtre, Open Fiber auspica che venga garantita a chiunque la possibilità di poter vedere il campionato di calcio italiano utilizzando la piattaforma del proprio operatore di riferimento e che non vi sia al riguardo nessuna limitazione". E' quanto afferma la società in una nota, sottolineando che "Non vi è infatti solo un tema di rispetto delle regole in materia di concorrenza, ma anche un problema di tutela dei diritti dei consumatori". "L'infrastruttura Gigabit in fibra ottica di Open Fiber è nella disponibilità di oltre 100 operatori e broadcaster, proprio per supportare la migliore esperienza di fruizione contenuti digitali", si legge ancora. 

Serie A, i migliori video

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti