Bologna-Lazio 3-0: Sarri crolla e finisce in 10, tris di Mihajlovic

Barrow, Theate e Hickey firmano la vittoria casalinga sui biancocelesti a tratti impalpabili. Acerbi al 75' inveisce contro l'arbitro e viene espulso per somma di ammonizioni
Bologna-Lazio 3-0: Sarri crolla e finisce in 10, tris di Mihajlovic© Getty Images
TagsLazioBologna

Totale black-out della Lazio a Bologna, dove subisce una pesante sconfitta e chiude la partita in 10 uomini per l'espulsione di Acerbi. L'andamento della partita risulta chiaro fin dal primo tempo, che si chiude sul 2-0 dopo il preciso tiro dalla distanza di Barrow al 14' e il colpo di testa vincente di Theate che tre minuti dopo firma il raddoppio. La squadra di Sarri non reagisce neanche nella ripresa, i cambi non portano la freschezza sperata e al 68' Hickey indovina la conclusione che fissa il 3-0 finale e beffa Reina sul suo palo. Ottima la prima partita di Mihajlovic con il 3-4-2-1, ma i padroni di casa hanno annullato gli ospiti soprattutto per la grinta messa in campo e hanno festeggiato nel migliore dei modi i 112 anni di storia. L'assenza di Immobile non giustifica una prestazione davvero sorprendente dei biancocelesti, sicuramente stanchi ma troppo arrendevoli. Adesso Bologna e Lazio hanno gli stessi punti in classifica: 11, come la Juve e l'Atalanta che stasera affronterà il Milan.

Perla di Barrow, raddoppio di Theate: Lazio in tilt

I primi dieci minuti del lunch match servono alle due squadre per prendere le misure, ma non ci sono occasioni da gol. A Musa Barrow, però, basta il primo tiro, al 14', per portare in vantaggio il Bologna infilando dalla distanza il pallone dove Reina non può arrivare: 1-0. La Lazio non ha neanche il tempo di reagire perché tre minuti dopo, sugli sviluppi di un corner, Theate stacca tutto solo in area e firma il 2-0. I biancocelesti provano a riorganizzarsi e ad imbastire azioni offensive che però si rivelano prevedibili. Felipe Anderson e Luis Alberto non riescono ad accendere la luce e le uniche due vere occasioni terminano con due parate di Skorupski su Muriqi che ci prova prima in scivolata e poi di testa. Il primo tempo si chiude quindi sul 2-0: la squadra di Sarri appare stanca e poco brillante.

Hickey beffa Reina e firma il tris. Espulso Acerbi

Il secondo tempo inizia con gli stessi protagonisti del primo: la Lazio prova a sfondare il muro eretto dai padroni di casa, ma è l'ispirato Barrow in ripartenza a concludere di poco fuori. Al 52' Milinkovic-Savic diventa il primo ammonito del match dopo una trattenuta, ma il conto dei cartellini gialli viene subito pareggiato da Soumaoro che ingenuamente allontana il pallone. Sarri effettua un doppio cambio: dentro Lazzari e Basic per Hysaj e Milinkovic-Savic. I cambi non portano la freschezza sperata e a parte l'ammonizione di Pedro non accade nulla di rilevante fino al 68', quando Hickey semina il panico sulla sinistra, carica il destro e beffa Reina sul primo palo: 3-0. Altre due sostituzioni per la Lazio: Cataldi  e Akpa-Akpro fanno rifiatare Leiva e Luis Alberto. Tra il 75' e il 76' viene ammonito Lazzari ed espulso Acerbi, che si sfoga con l'arbitro Massa e riceve un cartellino giallo dopo l'altro. Il finale di gara non riserva colpi di scena, ma solo un'altra ammonizione per De Silvestri e le ultime sostituzioni: entrano Patric, Santander, Bonifazi e Vignato per Muriqi, Arnautovic, Hickey e Barrow. Il triplice fischio infiocchetta al Bologna il più bel regalo per il suo 112° compleanno: una vittoria netta contro una Lazio irriconoscibile.

BOLOGNA-LAZIO 3-0: TABELLINO E STATISTICHE

Serie A, i migliori video

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti