A Verona striscione criminale: guerra Russia-Ucraina e coordinate di Napoli

Episodio vergognoso accaduto fuori dal Bentegodi prima del match tra l'Hellas e la squadra di Spalletti
A Verona striscione criminale: guerra Russia-Ucraina e coordinate di Napoli
2 min

VERONA - Vergognoso a dir poco, lo striscione esposto dai tifosi della Curva Sud del Verona fuori dal Bentegodi prima del match in programma oggi contro il Napoli. Su questo si vedono le bandiere russe e ucraine, seguite da delle coordinate geografiche che corrispondono a quelle della città partenopea. Un messaggio osceno, frutto della mente "eccelsa" di gente che non a caso nel passato si è resa protagonista di altre situazioni del genere. Come ad esempio quando in occasione della festa promozione, gli ultras avevano postato dei video in cui cantavano questo coro: "Siamo una squadra fantastica... fatta a forma di svastica... che bello è... allena Rudolf Hess! (il vice di Adolf Hitler, ndr)". Gli stessi che qualche mese dopo avevano ben visto di entrare allo stadio con un berretto con su disegnata la sagoma del Fuhrer.

Vergognoso striscione a Verona

Insomma, "gente di alto spessore", che anche questa volta ha voluto lasciare la propria firma con questa nuova idea al limite del grottesco, speculando su un dramma in corso come quello della guerra in Ucraina. Molti i commenti che hanno ovviamente condannato l'accaduto, tra questi anche quello dello scrittore Maurizio De Giovanni: "Il raffinato, intelligente e geografico striscione della curva veronese, che dà ai missili russo ucraini la corretta localizzazione dell'obiettivo. Per chi non lo sapesse, sono le coordinate della mia città. Sempre ammirevolmente pronti a cogliere elementi di stretta attualità per rinnovare la propria profonda idiozia razzista. Solo per farci capire con un plastico esempio a che punto può arrivare l'imbecillità (sub) umana, e come, in un cervello troppo angusto possano mescolarsi cose molto serie e fesserie".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Serie A, i migliori video

Commenti