Gasperini: "Gomez ci ha fatto crescere, ma ora l'Atalanta andrà da sola"

Il tecnico alla vigilia dei quarti di Coppa Italia con la Lazio: "C'è curiosità per il doppio confronto ravvicinato. Scudetto? Vogliamo restare attaccati al gruppo di testa"
Gasperini: "Gomez ci ha fatto crescere, ma ora l'Atalanta andrà da sola"© Getty Images
4 min
Tagscoppa italiaatalantaLazio

BERGAMO - La vigilia di Atalanta-Lazio di Coppa Italia, per i nerazzurri, non può non essere segnata dall'addio del Papu Gomez, ormai un giocatore del Siviglia. Gian Piero Gasperini, a Rai Sport, ha commentato così la separazione dall'ex capitano e simbolo nerazzurro: "Lui ha dato tantissimo all'Atalanta, aiutandola a crescere. Ma ora la squadra è nelle condizioni di poter camminare con le proprie gambe, a Gomez non posso che augurare il meglio: va in una squadra molto forte che gioca la Champions (il Siviglia, ndr) ed è un bel palcoscenico per lui. Sarà una grande esperienza per lui".

Atalanta, trovato accordo con il Siviglia per Papu Gomez
Guarda il video
Atalanta, trovato accordo con il Siviglia per Papu Gomez

"Lazio? Curiosità per il doppio confronto ravvicinato"

Tolto il "dente" Gomez, c'è la doppia sfida ai biancocelesti, prima in Coppa e poi in campionato: "Sono temibili in entrambe le competizioni, la Lazio in questi anni è sempre stata protagonista. Una squadra ambiziosa che fa la Champions, ma anche noi puntiamo al massimo. Domani sarà la prima gara di due molto ravvicinate e c'è curiosità anche per quello". Con i biancocelesti l'Atalanta perse la finale di Coppa Italia due stagioni fa: "Voglia di rivalsa? Sì, ma metteremo la massima attenzione in entrambe le competizioni, si affronteranno due squadre che vogliono essere protagoniste ovunque. Dalla Coppa al campionato, fino all'Europa".

Atalanta show a San Siro, il Milan va ko
Guarda la gallery
Atalanta show a San Siro, il Milan va ko

"Vogliamo restare attaccati alle due di testa, poi si vedrà"

I bergamaschi arrivano nel migliore dei modi alla sfida con Inzaghi, grazie alla grandissima vittoria ottenuta in casa del Milan capolista che ha aperto anche lo scenario scudetto: "Adesso pensiamo partita per partita, anche se siamo nel gruppo subito dopo le prime due di desta. Il nostro obiettivo è quello di restare il più possibile attaccati al treno, poi più avanti si vedrà la classifica e i conseguenti obiettivi. La vittoria col Milan ci lascia grande felicità, senza dubbio, siamo usciti veramente bene dal confronto con una squadra che ha meritato di vincere il girone d'andata".

Top 11 Serie A: ecco la miglior formazione del girone d'andata
Guarda la gallery
Top 11 Serie A: ecco la miglior formazione del girone d'andata

"Hateboer? Problema al piede, spero di recuperarlo"

Sulla formazione: "Hateboer non sta benissimo, ha un piccolo infortunio al metatarso del piede che è una zona dolorosa e soffre quando calcia il pallone. Speriamo di poterlo recuperare in pochi giorni, ma in difesa ora ho grande duttilità: Palomino, Romero, Toloi, Djimsiti, avremo anche Caldara. Direi che siamo a posto. C’è una bella presenza e una bella evoluzione nel reparto difensivo". Contro i rossoneri sono tornati i gol dei difensori, una caratteristica della squadra di Gasperini che era un po' mancata negli ultimi tempi: "I gol su palla inattiva mancavano, ma siamo riusciti a segnare così al Milan e lo abbiamo fatto anche con Sutalo in Coppa Italia contro il Cagliari. Ci sono periodi in cui segni di più su palla inattiva e altri meno, ed è un po' strano: ma credo sia una situazione abbastanza generalizzata" ha concluso.


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti