L'Atalanta ricorda Pisani a 24 anni dalla scomparsa

L'ex attaccante nerazzurro morì con la fidanzata in un incidente stradale
L'Atalanta ricorda Pisani a 24 anni dalla scomparsa© LAPRESSE

BERGAMO - "Chicco e Ale, sempre nei nostri cuori". L'Atalanta ha ricordato con una nota sul sito ufficiale il suo attaccante Federico Pisani, cui è intitolata la Curva Nord dello stadio di Bergamo, morto insieme alla fidanzata bergamasca Alessandra Midali in un incidente autostradale contro un pilone della Milano-Laghi la notte del 12 febbraio 1997 di ritorno da una serata a Campione d'Italia dove i due avevano festeggiato il Carnevale insieme con amici. "Il tempo scorre inesorabile, sono passati ventiquattro anni… Ma voi siete sempre qui, in mezzo a noi, nei nostri cuori… Chicco e Ale siete parte di noi. Il Presidente Antonio Percassi e tutta la famiglia Atalanta ricordano sempre con grande emozione ed affetto Federico Pisani e Alessandra Midali - si legge -. 'Coloro che ci hanno lasciati non sono degli assenti, sono solo degli invisibili: tengono i loro occhi pieni di gloria puntati nei nostri pieni di lacrime. Sant'Agostino'".

Zapata e Pessina travolgono il Napoli: Atalanta in finale di Coppa Italia
Guarda la gallery
Zapata e Pessina travolgono il Napoli: Atalanta in finale di Coppa Italia

Pisani, nato a Castelnuovo Garfagnana il 25 luglio 1974, originario di Capannori e sepolto a Poggio di Camporgiano, passato nelle giovanili anche dalla società satellite del Margine Coperta aveva esordito in A diciassettenne con Bruno Giorgi allenatore, proseguendo con Marcello Lippi e dopo il prestito al Monza con Emiliano Mondonico con una promozione all'attivo dalla serie B più 72 presenze e 7 reti tra campionato e Coppa Italia. In bacheca un Trofeo di Viareggio e uno scudetto Primavera nel 1993 con Cesare Prandelli

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti