Atalanta, Gasperini: "Ilicic è un buono, figuriamoci se fa l'offeso"

L'allenatore orobico: "Ho ignorato Josip in questi giorni. Real Madrid? Se resteremo in partita, la qualificazione è ancora aperta"
Atalanta, Gasperini: "Ilicic è un buono, figuriamoci se fa l'offeso"© LAPRESSE
TagsGasperini

GENOVA - Squalificato ma comunque presente in tribuna per seguire la sua Atalanta, Gian Piero Gasperini ha detto la sua a Sky Sport dopo il successo esterno sulla Sampdoria: "All'inizio loro hanno fatto di qualcosa in più, poi è cresciuta la nostra qualità del gioco e abbiamo fatto bene. Ora siamo terzi, è un risultato molto importante, contro una squadra tosta . Il torneo è molto equilibrato, si è visto con gli ultimi risultati". Sul presunto caso Ilicic: "Che rapporto c'è stato con lui in questi giorni? Nessuno, l'ho ignorato (ride, ndr). Lui è entrato bene in partita. Figuriamoci se fa l'offeso: lui è un buono, sul serio. Deve stare bene, questi alti e bassi li aveva anche durante la sua carriera, non è la prima volta. Nella fase finale del campionato sono convinto che ci darà un grande contributo. Abbiamo tante soluzioni, non possiamo sempre chiedergli che ci faccia vincere le partite, l'importante è che non abbia l'atteggiamento dell'altra sera, ma quella era una partita particolare".

La Samp punge, l'Atalanta segna: Malinovskyi e Gosens fanno ridere il Gasp
Guarda la gallery
La Samp punge, l'Atalanta segna: Malinovskyi e Gosens fanno ridere il Gasp

"Magari giocassimo col Real in 11 contro 10..."

Sulla partita vista dalla cabina: "Tatticamente parlando, hai una visuale perfetta, anche delle distanze, che magari dalla panchina percepisci meno. Di negativo c'è che non hai immediatezza del suggerimento o di qualche cambiamento, quelli che possono ridare attenzione a qualcuno. Oggi qualcuno, forse perché faceva un po' più caldo, sentiva più fatica". Dopo il turno infrasettimanale, ci sarà la Champions: "Vogliamo fare una bella partita e mettere in difficoltà il Real, che ha un tasso tecnico alto. Sarà complicato, la qualificazione sarà possibile se resteremo in gara. La nostra idea è giocarci ancora le nostre chance nella seconda parte della partita. Se perdi un giocatore diventa tosto. Magari giocare noi in undici contro dieci... (ride, ndr). Vogliamo dare la sensazione che meritiamo di giocare queste partite".

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti