Inter, la frase di Conte che ha fatto infuriare Sabatini

Il dt tecnico rossoblù furibondo: "Lautaro? Solo un tuffetto. L'allenatore dell'Inter mi piace ma ha delegittimato il nostro gol"
Inter, la frase di Conte che ha fatto infuriare Sabatini© Getty Images

«Il fallo di Palacio è stato trascurato, anche se era fuori area, sarebbe stata una punizione dai sedici metri, e io un fallo così me lo prendo eccome: la partita sarebbe finita in un altro modo». C’è tutto dentro l’analisi di Walter Sabatini, il dt tecnico rossoblù, che da questo Bologna-Inter si porta via tante cose, la solita voglia di una sigaretta («ma ho smesso, non fumo più»), «una grande incazzatura» e l’amarezza per aver perso una partita «che non volevamo e non dovevamo perdere». Complice l’arbitro, di cui Sabatini nomina colpevolezze, e come sa fare lui le analizza, le racconta, le mette in luce: «Non voglio piangere - dice il direttore rossoblù - io non sono uno che piange, ma voglio raccontare la partita come è stata, quella che è. E raccontare che è stata una grande partita dell’Inter non è giusto. Io sono un esteta del calcio, e se dicono che abbiamo fatto un autogol mi incazzo come una iena».

Lukaku trascina l'Inter. Soriano illude il Bologna
Guarda la gallery
Lukaku trascina l'Inter. Soriano illude il Bologna

La frase di Conte che non è piaciuta a Sabatini

Mani in tasca, Sabatini scivola via nel parcheggio del Dall’Ara. Ma è un uomo di ragione e sentimento, e quando parla lo fa nel modo più forte possibile: «Il fallo su Lautaro? Ridicolo. Lui era forte, ma adesso è anche scaltro. Voi come l’avete visto?». Tiene le mani in tasca, e ondeggia tra la rabbia e l’amarezza. E rimette insieme tutti i concetti, anche i più spinosi, i più caldi: «A due minuti dalla fine c’era un fallo evidente su Palacio, il fallo lo prendo anche se non c’è rigore, anche se è fuori area, perché la partita sarebbe finita in maniera diversa. Lautaro invece trattiene la gambe, è un tuffetto, se lo vogliamo definire in maniera extracalcistica». Di Conte, di cui ha stima, Sabatini dice: «Conte ha elogiato il Bologna, un avversario leale. Lo rispetto, è uno dei miei modelli ma ha delegittimato il nostro gol parlando di autorete. Ha delegittimato il nostro gol, ma il nostro è un gol meritorio. Non è liquidabile come un autogol, è un’azione armonica, portata avanti con sfrontatezza e coraggio». 

Leggi l'articolo completo sull'edizione del Corriere dello Sport-Stadio oggi in edicola

Lukaku trascina l'Inter. Soriano illude il Bologna
Guarda la gallery
Lukaku trascina l'Inter. Soriano illude il Bologna

Bologna, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti