Cagliari, Mazzarri: "Non abbiamo fatto nulla, c'è tanto da lavorare"

Il tecnico rossoblù: "Una vittoria ci voleva, anche se in classifica siamo ancora messi male"
Cagliari, Mazzarri: "Non abbiamo fatto nulla, c'è tanto da lavorare"© Getty Images

CAGLIARI - Walter Mazzarri non si accontenta di aver ottenuto la prima vittoria stagionale del Cagliari. Quello contro la Sampdoria deve essere il primo passo, non l'ultimo: "Siamo ancora messi male in classifica - sottolinea a Sky il tecnico toscano - dobbiamo migliorare e avere la testa giusta. Quando abbiamo la palla sbagliamo troppi passaggi, abbiamo ancora molto da lavorare. Ci voleva una vittoria, anche in modo peggiore di questo. Per me è iniziato un percorso, sperando di lavorare con tutti gli effettivi per dare un’impronta. Nel finale dovevamo gestire meglio la palla, abbiamo fatto errori dovuti alla mancanza di lucidità. Andiamo avanti senza guardare la classifica, non è successo ancora niente".

Joao Pedro trascinatore, Sampdoria ko: prima gioia per il Cagliari
Guarda la gallery
Joao Pedro trascinatore, Sampdoria ko: prima gioia per il Cagliari

"C'è ancora paura di vincere: dobbiamo sistemare questo aspetto"

Un solo concetto sembra interessare a Mazzarri in questo post-partita: che la sua squadra non si adagi sugli allori e continui a lavorare duro. Soprattutto perché la prossima sarà una gara davvero tosta: "Sto pensando già ad una trasferta difficile come Firenze. Oggi mi sono piaciute poche cose - prosegue Mazzarri - tra cui il nostro inizio di partita. È un bene avere tanti giocatori e per di più bravi, in avanti come negli altri reparti. Dopo il gol c’è stata quasi la paura di vincere, c’è da sgombrare il campo sul piano psicologico. I giocatori sono bravi, ma devono giocare tutti insieme: il gioco deve essere corale. Nel calcio di oggi, anche le piccole se la giocano. Io sono qui da poco e oggi ho visto dove bisogna migliorare".

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti