Fiorentina, Borja Valero: "Fui costretto ad andare all'Inter"

Lo spagnolo: "Fortunamente sono potuto tornare per chiudere la carriera in viola"
Fiorentina, Borja Valero: "Fui costretto ad andare all'Inter"

FIRENZE - Nell'appuntamento di oggi al Q&A sul sito ufficiale della Fiorentina, il centrocampista viola Borja Valero ha risposto a tante domande: "L'affetto dei tifosi ha contato molto nella mia scelta di tornare per chiudere la carriera a Firenze. Questa mia decisione è una conseguenza dell'amore che la gente mi ha dato, un modo forse banale di ripagarlo: dare tutto quel che ho nelle gambe, per poi vivere la città da persona normale e non più da giocatore".

Amrabat si sfoga al sacco da boxe
Guarda il video
Amrabat si sfoga al sacco da boxe

Il regista spiega anche di non aver mai avuto il rimpianto di aver lasciato la Viola per l'Inter: "In quei giorni venni costretto a farlo. Chi comandava diede i poteri a un dirigente cui non stavo simpatico, perciò scelsi la via d'uscita migliore per non fare danni. Per fortuna ho avuto l'opportunità di tornare". Una battuta anche sul suo compagno di squadra Vlahovic: "Dusan è uno che vuole imparare molto, è giovane e ha tantissime prospettive. Mi auguro diventi un attaccante fenomenale".

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti