Inter, Mancini: «Gli arbitri? Non parlo, colpa dei "soloni"»

Il tecnico dopo la vittoria contro il Genoa: «Ho sei attaccanti, Icardi è stato fuori solo due partite. Le differenze tra noi e il Milan che ha sottolineato Mihajlovic? Non mi sembra che l'Inter abbia speso di più, anzi»
Inter-Genoa: la fotosequenza della punizione vincente di Ljajic
TagsInterGenoaInter-Genoa

MILANO - «L'importante era tornare a vincere. Gli arbitri? Meglio non parlare, ma il nostro secondo gol era valido». È il commento di Roberto Mancini dopo la vittoria dell'Inter contro il Genoa (1-0), che vale il ritorno in testa alla classifica della Serie A. «Era importante tornare a vincere dopo Napoli - dice Mancini a Mediaset Premium - era una partita difficile perché il Genoa è una squadra che corre tanto e se rimani in bilico poi corri qualche rischio. Unica nota negativa l’ennesima espulsione? Preferisco non parlare degli arbitri stavolta, perché non voglio che dei "soloni" poi comincino a scrivere cose stupide... Dico solo che mi dispiace che sia stato il nostro secondo gol, che mi pare valido. Ljajic? Sta facendo bene, ma anche su Icardi ricordo che ha saltato solo due partite su quindici. Ho sei attaccanti e cambiare fa anche bene, tutti si sentono partecipi e i risultati lo dicono. Ho preferito inserire giocatori che non davano punti di riferimento ai difensori avversari, ma abbiamo avuto qualche problema perché nel primo tempo non abbiamo fatto gol nonostante le occasioni. Complessivamente la prestazione è stata positiva, tutti hanno giocato bene». 

Inter-Genoa: la fotosequenza della punizione vincente di Ljajic
Guarda la gallery
Inter-Genoa: la fotosequenza della punizione vincente di Ljajic

RISPOSTA A MIHAJLOVIC - Mancini risponde anche al collega milanista Mihajlovic: «Le differenze tra noi e il Milan che ha sottolineato Mihajlovic? Non mi sembra che l’Inter abbia speso più del Milan, anzi».

Inter, i migliori video

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti