Suning deve decidere: due strade per l'Inter

Entro metà marzo serve una scelta: un nuovo prestito da 150-200 milioni, oppure la cessione della maggioranza a Bc Partners
Suning deve decidere: due strade per l'Inter© Inter via Getty Images

MILANO - Un nuovo prestito da 150-200 milioni che aumenterebbe fino quasi a un miliardo il debito dell'Inter oppure la cessione della maggioranza a Bc Partners a cifre inferiori rispetto ai 1.000 milioni richiesti: Suning, come spiegato ieri, sta riflettendo sul da farsi, consapevole che il tempo stringe e che non potrà prendere una decisione il 31 marzo, l'ultimo giorno utile per pagare i debiti scaduti (quelli del 2020) e ottenere il via libera dall'Uefa per la partecipazione alle prossime coppe europee. La priorità è saldare al Real la rata da 10 milioni per l'acquisto di Hakimi, ma ci sono anche altre scadenze, su tutte gli stipendi della squadra. In teoria quelli potrebbero slittare fino al 31 maggio quando, per le licenze nazionali, bisognerà dimostrare di aver pagato fino ad aprile compreso, ma è chiaro che l'Inter, che ha firmato un accordo per saldare novembre e dicembre entro la fine di maggio, non può trascinarsi 6 mensilità fino all'ultimo tuffo.

Le coppie gol della Serie A: l'Inter vola con Lukaku e Lautaro
Guarda la gallery
Le coppie gol della Serie A: l'Inter vola con Lukaku e Lautaro

Ecco perché entro il 15-20 marzo il dado... deve essere tratto. Con un nuovo prestito o con la cessione della maggioranza. A chi? Goldman Sachs, advisor di Suning, aveva registrato l'interesse di fondi americani, svedesi e arabi, ma solo Bc Partners ha svolto la due diligence e si è seduto a trattare. Secondo il Sole 24 Ore avrebbe messo sul tavolo dei possibili earn-out ovvero "bonus" collegati al raggiungimento di certi risultati da parte dell'Inter. Una formula simile ai bonus a presenze e gol inseriti nei contratti dei calciatori. Sarebbe un modo per non far accusare a Suning un'eccessiva minusvalenza. A meno di sorprese, dunque, se ci sarà un passaggio di quote, queste finiranno al fondo inglese. Ecco perché gli Zhang vorrebbero trovare la liquidità per andare avanti qualche altro mese: oltre alla possibilità di festeggiare lo scudetto (questo è il sogno...), avrebbero il tempo di far uscire allo scoperto eventuali nuovi soggetti e spuntare un prezzo migliore.

Cessione Inter, il piano B di Steven Zhang
Guarda il video
Cessione Inter, il piano B di Steven Zhang

Inter, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti