Conte: "Ora l'Inter se la giocherebbe anche in Champions"

Soddisfazione ma anche un pizzico di rimpianto per il tecnico della capolista dopo il 3-0 al Genoa: "Siamo cresciuti molto, peccato essere usciti dall'Europa. Scudetto? Ridotto il gap con la Juve, ma mancano ancora 14 partite"
Conte: "Ora l'Inter se la giocherebbe anche in Champions"© Getty Images
TagscalcioInterSerie A

MILANO - Grande soddisfazione ma anche un pizzico di rimpianto nelle parole di Antonio Conte dopo il 3-0 rifilato dalla sua Inter al Genoa sul prato di San Siro: "Se fossimo ancora in Champions League - dice il tecnico della capolista - adesso ce la gocheremmo". Già, perché la squadra nelle ultime settimane è cresciuta così tanto da tentare una prima 'fuga scudetto', con il +7 sul Milan che stasera farà visita alla Roma: "La guarderò - assicura Conte -, perché il calcio è la mia passione ed è una bella partita"

Inter-Genoa 3-0: tabellino e statistiche

"Strada ancora lunga"

Intanto c'è però da analizzare la gara dei suoi contro i liguri e più in generale l'evoluzione della squadra: "Abbiamo affrontato un Genoa che era in ottimo stato di forma e che nell'ultimo periodo teneva il nostro passo. Siamo stati bravi - afferma con orgoglio Conte -, con il giusto approccio e poi con voglia e determinazione, abbiamo concesso solo qualche cross e segnato tre gol senza contare i salvataggi di Perin. Siamo contenti perché il lavoro sta pagando, anche più dell'anno scorso. La squadra sta prendendo consapevolezza dei propri mezzi, crescendo nei singoli e nel collettivo oltre che nella lettura dei momenti delle partite. Ora ne mancano 14 e per noi non deve fare differenza l'avversario che abbiamo di fronte: bisogna sempre tenere le antennne dritte se vogliamo davvero fare qualcosa di bello e dare una grande soddisfazione al popolo nerazzurro".

Serie A, la classifica

"Ridotto il gap con la Juve"

Fa sensazione intanto vedere l'Inter a +10 sulla Juve (che deve però ancora recuperare la partita col Napoli) mentre l'anno scorso, a questo punto del campionato, era sotto di tre punti rispetto ai bianconeri: "Già nella passata stagione avevamo nettamente ridotto il gap - rivendica l'allentore nerazzurro - e quest'anno abbiamo contiuato a farlo. Si è creata sinergia ed empatia tra di noi, stiamo facendo qualcosa di bello e importante ma ripeto: mancano ancora 14 partite". E le vicende societarie, assicura Conte, non condizioneranno la corsa della squadra: "Quando stai all'Inter devi sempre provare a vincere, al di là dei momenti, per rispetto della storia del club e dei tifosi. Noi proviamo a incidere dove possiamo, per il resto è inutile perdere energie su cose che non possiamo determinare". Chiusura sul Parma: "Turnover in vista dell'Atalanta? Con quattro giorni di recupero non ce n'è bisogno - spiega il tecnico nerazzurro -. Pensiamo a una gara alla volta e rispettiamo molto gli emiliani, allenati dal mio amico Roberto D'Aversa: manderemo in campo la formazione migliore".

Lukaku è devastante! Tris dell'Inter al Genoa e parte la fuga
Guarda la gallery
Lukaku è devastante! Tris dell'Inter al Genoa e parte la fuga

Lukaku: "Segnale alle altre"

Tra i trascinatori della capolista intanto non può non essere citato Romelu Lukaku, autore del primo gol in avvio (18esimo in campionato, uno in meno dello juventino e capocannoniere Cristiano Ronaldo) ed entrato anche nelle azioni delle altre due reti: "Stiamo crescendo - ha detto il belga nel post partita - siamo primi in classifica ed è una bella senzasione, ma dobbiamo continuare senza mollare. L'anno scorso certe gare le perdevamo e questa era molto importante dopo due belle vittorie, abbiamo mandato un segnale alle altre: noi ci siamo, anche se il campionato è ancora lungo. Ora dobbiamo pensare già alla sfida col Parma, che non sarà facile. Il duello a distanza con CR7? Io penso a vincere con l'Inter e non ci sono solo io: da Barella a Bastoni fino a Skriniar e de Vrij in tanti stanno migliorando, abbiamo tanti giovani - ha concluso Lukaku - e possiamo crescere ancora".

Serie A, risultati e calendario

Inter, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti