Marotta: "No al distanziamento negli stadi. Inter, persi 120 milioni"

L'amministratore delegato dei campioni d'Italia si è espresso in merito alla capienza al 50%: "Green pass obbligatorio"
Marotta: "No al distanziamento negli stadi. Inter, persi 120 milioni"© Inter via Getty Images
TagsInterMarotta

MILANO - Giuseppe Marotta ha recentemente parlato della riapertura degli stadi al 50% per la prossima stagione, una decisione che ha analizzato dettagliatamente. In una recente intervista l'amministratore delegato dell'Inter ha espresso la sua opinione con anche una proposta: "Sarebbe utile eliminare il metro di distanziamento tra un posto e l'altro, tenendo obbligatorio il Green Pass, che in questo momento rappresenta il massimo della tutela per tutti - aggiunge - Con il distanziamento la capienza, prevista al 50%, verrebbe ridotta al 25/30%. Questa situazione provocherebbe un danno considerevole alle casse dei club".

Inter, anche Inzaghi si allena. Poi la riunione
Guarda la gallery
Inter, anche Inzaghi si allena. Poi la riunione

Marotta: "Inter, perdita di 120 milioni"

L'Ad nerazzurro ha apprezzato la volontà di riaprire gli stadi ma invita il governo e le parti in causa a lavorare con più sinergia: "Pur apprezzando la decisione presa dal Governo sulla riapertura al pubblico, cerchiamo di lavorare tutti insieme per rendere gli stadi più sicuri e totalmente vivibili. Senza perdere di vista la parte degli introiti per i club: l'Inter, ad esempio nelle ultime due stagioni, ha dovuto registrare un mancato introito pari a circa 120 milioni. Questa collaborazione - conclude - garantirebbe un aiuto rilevante alla voce 'ricavi' nei bilanci di ogni società".

L'Inter pensa a Petagna
Guarda il video
L'Inter pensa a Petagna

MisterCalcioCup “Torneo a Gironi”, crea la tua squadra ora

Inter, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Riparte la Serie A

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Approfitta dell'offerta a soli 0.22 euro al giorno!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti