Inzaghi: "L'Inter è uscita più forte dal ko con la Lazio"

"Quella sconfitta ci creò problemi, poi l'abbiamo analizzata e siamo ripartiti alla grande", le parole dell'ex tecnico della Lazio
Inzaghi: "L'Inter è uscita più forte dal ko con la Lazio"© Inter via Getty Images
3 min
TagsInzaghiInterSerie A

SALERNO - "Stasera penserò all'atteggiamento che ha avuto la squadra. Chiaramente in questo tipo di partite, vedendo prima la classifica, hai tutto da perdere e in questi giorni l'avevamo preparata molto bene, perché sapevamo che dovevamo approcciare subito per cercare di non mettere mai in partita la Salernitana e così è stato". Al termine del roboante 5-0 all'Arechi, il tecnico dell'Inter Simone Inzaghi è intervenuto ai microfoni di Dazn: "Abbiamo trovato una linea a cinque come nelle ultime partite, però quella della Salernitana era un po' più alta, lo sapevamo, ne hanno approfittato Sanchez, Dumfries, Perisic e Dzeko, ma abbiamo fatto bene. Abbiamo fatto quello che dovevamo fare. Una squadra seria, concentrata, che è venuta qui a Salerno sapendo che doveva fare una partita importante e così è stato".

Inzaghi: "Ho subito sentito 'mia' l'Inter"

"Io architetto d'interni come ha detto Ausilio? Mi fa piacere, ma come ho detto più volte ho trovato una società molto molto importante, che mi ha supportato fin dal primo giorno, che ha creduto in me e nel mio staff sempre, sono contento che stiamo andando bene, poi la fortuna degli allenatori è quella di lavorare con giocatori forti e che danno grandissima disponibilità. Io fin da subito, per come mi hanno accolto i calciatori e per la disponibilità che mi hanno dato, ho sentito 'mia' questa squadra. Se si pensa anche alle prime partite, quelle giocate a San Siro con Genoa e Bologna, per me l'Inter era questa. Era già l'Inter ad agosto, creavamo tanto, giocavamo bene. Poi abbiamo perso qualche punto, sbagliando qualche rigore, subendone qualcuno e la classifica, complice anche la Champions, era diventata difficile con due squadre che avevano fatto en plein. Ma non mi sono, anzi, non ci siamo scoraggiati e siamo riusciti ad arrivare in testa alla classifica anche se sappiamo che si tratta di un percorso lungo e complicato".

Inzaghi: "Che peccato non aver allenato Eriksen"

"Chi è l'avversaria per lo Scudetto? Le ho affrontate tutte e tre e sono una meglio dell'altra: tre squadre molto organizzate, con tanto talento, con ottimi allenatori, quindi sarà tutto aperto fino alla fine del campionato. A volte, da qualche partita e da alcune sconfitte, si esce più forti. Chiaramente la sconfitta con la Lazio, in quel momento, ci aveva creato problemi, però siamo stati lucidi, lo abbiamo analizzato e poi siamo ripartiti nel migliore dei modi. Eriksen? Gli do un grandissimo abbraccio. Ho il dispiacere di non averlo potuto allenare, però gli auguro di ripartire. So che sta bene, gli faccio un grandissimo in bocca al lupo".

Dominio Inter all'Arechi: 'manita' alla Salernitana
Guarda la gallery
Dominio Inter all'Arechi: 'manita' alla Salernitana

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Inter, i migliori video

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti