Juventus
0

"Solo 4 giocatori non ebbero problemi con Ferguson: uno è Ronaldo"

Ryan Giggs parla dell'ex manager del Manchester United: "Eric Cantona, Bryan Robson, Roy Keane e Cristiano i soli a non dargli problemi"

© EPA

MANCHESTER (Inghilterra) - Sir Alex Ferguson è uno degli allenatori più importanti e vincenti della storia del calcio, una vera e propria leggenda. Ha legato il suo nome all'Old Trafford, dove con i suoi modi di fare è riuscito a valorizzare talenti (Cristiano Ronaldo ne sa qualcosa) e conquistato trofei a ripetizione. Lo scozzese ha portato il Manchester United ai vertici e tutti i suoi ex giocatori ricordano con grandissimo affetto quel periodo insieme a lui. Ne è un ulteriore esempio Ryan Giggs, un'altra bandiera del club, che nello specifico ha parlato della sua capacità di gestire i campioni: "La gestione dei grandi giocatori era uno dei suoi punti forti. Sia che andessero richiamati o incoraggiati per qualche motivo. Ci sono stati solo tre o quattro giocatori con i quali non ha mai discusso. Cantona era uno. Poi Bryan Robson, Roy Keane e Cristiano Ronaldo".

Ferguson e il debole per Cristiano Ronaldo

Questi quattro giocatori in particolare avevano un rapporto era speciale con Ferguson. Il manager scozzese in loro aveva visto qualcosa di particolare. Una dote che solo in pochi possono vantare: "Erano tutti - ha proseguito Giggs -  giocatori che a modo loro ci facevano vincere le partite. Sul campo da gioco erano decisivi. Ci sono state partite in cui Eric non faceva assolutamente nulla. Non lavorava per la squadra come facevano ad esempio Tevez o Rooney. Ma Ferguson sapeva che prima o poi avrebbe fatto la differenza. Nello spogliatoio pensavamo 'questa volta gli dirà qualcosa, non ha fatto niente in campo oggi'. Non accadeva e poi puntualmente la settimana dopo Eric segnava il gol vittoria o ci faceva vincere con una sua giocata. Sapeva gestire i grandi campioni nel modo migliore".

Tutte le notizie di Juventus

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti