Squalifica Agnelli: è ufficiale la data in cui sarà discusso il ricorso

L'ex presidente della Juve va al Collegio di Garanzia contro lo stop per la manovra stipendi. Fissata anche l'udienza per il caso di Portanova
4 min

La presidente del Collegio di Garanzia del Coni, Gabriella Palmieri, ha fissato la prossima sessione di udienze a Sezioni Unite, che si terrà il prossimo 19 gennaio, a partire dalle 11, per discutere ed esaminare il ricorso presentato dall’ex presidente della Juventus, Andrea Agnelli, contro la Figc e la Procura Federale per il caso relativo alla manovra stipendi.

Ricorso Agnelli, fissata l'udienza: il comunicato 

Il comunicato ufficiale: "La Presidente del Collegio di Garanzia, avv. Gabriela Palmieri, ha fissato la prossima sessione di udienze a Sezioni Unite al fine di discutere ed esaminare i seguenti due ricorsi:

ricorso iscritto al R.G. ricorsi n. 82/2023, presentato, in data 5 ottobre 2023, dal dott. Andrea Agnelli contro la Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) e la Procura Federale della FIGC avverso la decisione  0032/CFA-2023-2024della Corte Federale di Appello della FIGC, Sezioni Unite, emessa in data 28 agosto 2023 e depositata in data 6 settembre 2023, nell’ambito del procedimento Prot. 27907/336pf22-23/GC/gb e n. 0017/CFA/2023-2024, con la quale, in parziale accoglimento del reclamo del suddetto ricorrente avverso la decisione del Tribunale Federale Nazionale - Sezione Disciplinare n. 0011/TFNSD-2023-2024 del 10 luglio 2023, depositata il 20 luglio 2023 (che aveva irrogato, nei confronti del dott. Agnelli, la sanzione dell’inibizione per la durata di 16 mesi e dell’ammenda per € 60.000,00 in relazione ai capi A e B, disponendo invece il proscioglimento del deferito in relazione al capo C), è stata riformata la decisione di primo grado e, per l'effetto, irrogata, nei confronti del dott. Agnelli la sanzione dell’inibizione della durata di 10 mesi e la sanzione dell’ammenda di € 40.000,00".

Caso Portanova: cosa è accaduto e su cosa verte il ricorso

Il riferimento ai due ricorsi è determinato dal fatto che, nella stessa giornata, verrà discusso anche il ricorso presentato dalla Procura generale dello sport, nella persona del procuratore generale, Ugo Taucer, e del procuratore nazionale, Marco Ieradi, nei confronti del Manolo Portanova avverso la decisione della Corte di appello della Figc del 15 settembre 2023. Il calciatore, condannato in primo grado a 6 anni per violenza sessuale di gruppo, era stato deferito ma il Tribunale Nazionale Federale si era dichiarato incompetente.

Dunque sarà preso in esame anche il "ricorso presentato dalla Procura Generale dello Sport, in persona del Procuratore Generale dello Sport, Pref. Ugo Taucer, e del Procuratore Nazionale dello Sport, avv. Marco Ieradi, nei confronti del Manolo Portanova avverso la decisione n. 0039/CFA 2023/24 della Corte Federale di Appello della Federazione Italiana Giuoco Calcio del 15 settembre 2023, RG. 0026/CFA/2023-2024, notificata via PEC in data 21 settembre 2023, con la quale, nell'ambito del procedimento disciplinare iscritto dalla Procura Federale della Federazione Italiana Giuoco Calcio al n. 369 pf 22-23 – FIGC/2022/0880 nei confronti del suddetto sig. Portanova, è stato respinto il reclamo proposto dal Procuratore Nazionale dello Sport applicato, con funzione di Procuratore Federale, avverso la decisione del Tribunale Federale Nazionale - Sezione Disciplinare n. 0040/TFNSD dell’11 agosto 2023, con cui il suddetto Giudice di prime cure ha dichiarato il proprio difetto di giurisdizione".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti