Lazio, Inzaghi già pensa al derby: «Possiamo battere la Roma»

L'allenatore biancoceleste: «Abbiamo le carte in regola per vincere. Faremo il massimo per i nostri tifosi»
Lazio, Inzaghi già pensa al derby: «Possiamo battere la Roma»© LaPresse
TagsLazioNotizie LazioNews Lazio

ROMA - Simone Inzaghi ha portato la Lazio dove nessuno immaginava, e ora si gode il momento. Il tecnico biancoceleste ha parlato di tutto ai microfoni di Tiki Taka su Italia 1, a partire dal suo rapporto con Lotito: «È un presidente che vuole sempre essere al corrente di quello che succede, ma dà massima libertà al proprio allenatore. Si informa e vuole essere partecipe della situazione della squadra durante la settimana. Per quel che mi riguarda con me non ha mai messo bocca sulle questioni tecniche, è sempre presente allo stadio in casa e lo sento sempre dopo la partita».

KEITA - Il caso Keita è chiuso: «C'è stato un problema questa estate e il ragazzo non era tranquillo. A mercato chiuso ci siamo guardati negli occhi e abbiamo deciso di ripartire insieme. Si è messo a disposizione e ora è tornato a fare la differenza».

RINNOVO KEITA DOPO IL DERBY

IL PARI COL NAPOLI - Il pareggio al San Paolo con il Napoli è meritato: «Penso sia stato un risultato giusto - dice Inzaghi -. La Lazio ha fatto la partita che doveva fare. Non sono d’accordo con Sarri e Hamsik quando hanno detto che la partita l’ha fatta solo il Napoli. La Lazio è stata molto ordinata e il risultato penso sia giusto – ha proseguito -. Io comunque ho visto un Napoli in ottima condizione, a parte la gara con noi, contro Besiktas e Juve ha fatto benissimo. È in un ottimo momento e arriverà nelle prime tre alla fine della stagione».

IMMOBILE - In attacco Immobile e Felipe Anderson sono due pezzi pregiati che stanno rendendo tantissimo: «Immobile l'ho voluto fortemente, mi è sempre piaciuto fin dai tempi del Pescara. Quello che mi ha sorpreso è il modo in cui lavora durante la settimana: è un ragazzo che ha sempre voglia di migliorarsi . Felipe Anderson è un grandissimo talento e non sa ancora quanto è forte. Si sta sacrificando molto».

MOMENTO POSITIVO - Anche i tifosi si stanno riavvicinando alla squadra: «All'inizio della stagione ero fiducioso perché conoscevo il gruppo dall'anno scorso. Sapevamo dove si poteva crescere, abbiamo lavorato bene da subito, siamo giovani e abbiamo margini di miglioramento. Stiamo facendo bene, stiamo riavvicinando i tifosi alla squadra e questa è la cosa più importante: per me è un motivo di grande orgoglio».

LAZIO DA TRASFERTA, SVOLTA DA RECORD

DERBY - Il derby è già nella sua testa: «E' un partita a sé. Noi cercheremo di fare il meglio possibile per cercare di dare una grandissima soddisfazione ai nostri tifosi e sono convinto che abbiamo le carte in regola per poterlo fare».

MILAN - L'altra sorpresa del campionato è il Milan: «Sta facendo molto bene, è terzo in classifica. Noi ci abbiamo perso, stanno andando oltre le attese e penso che Montella stia facendo un ottimo lavoro. E’ una squadra giovane con margini di crescita».

PIOLI - L'Inter può svoltare con Pioli: «Ho visto lavorare Stefano sul campo, è molto competente e qui a Roma ha fatto benissimo. Secondo me hanno scelto molto bene: è una persona che lavora benissimo che porterà innovazioni tattiche importanti all'Inter. I casting ? Sono 7 anni che alleno e ho sempre allenato la Lazio. Fortunatamente non ne ho ancora avuto bisogno».

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti