Romulo: “Juve-Lazio? Tifo i biancocelesti. Assurdo criticare Immobile”

L’ex jolly di Inzaghi, oggi svincolato, ha parlato del big match di lunedì sera: “I bianconeri con una vittoria hanno lo scudetto in mano”

© LAPRESSE

ROMA - Sei mesi alla Lazio hanno lasciato il segno nella carriera di Romulo. Il centrocampista ex Brescia (si è già svincolato dal club lombardo terminando in anticipo la stagione), su Twitch insieme agli Autogol, ha parlato della grande sfida tra la Juve e i biancocelesti di Inzaghi in veste di doppio ex: “Sarà una gara tosta, credo che se la Juve vincerà, avrà lo scudetto in mano, anche se non è certo. Peccato per la Lazio con il suo andamento post lockdown. Io l’ho tifata, lì mi sono trovato benissimo con mister e compagni e il club è organizzato. Quando ci sono queste gare la Lazio tira fuori sempre qualcosa, mi auguro che faccia una bella partita perché così anche il campionato si riapre”.

Serie A, la classifica dopo la ripartenza: vola l'Atalanta
Guarda la gallery
Serie A, la classifica dopo la ripartenza: vola l'Atalanta

Inzaghi e gli ex compagni

“L’allenatore è forte, insiste sempre sulle stesse cose, soprattutto sull’unione del gruppo e questo è il segreto della Lazio. Lui ha un rapporto molto stretto con tutti i giocatori che si sentono a loro agio. Ho avuto altri allenatori importanti, ma più distanti dai calciatori. Con Inzaghi invece no. Per esempio, la Juve forse fa fatica perché Sarri non è molto vicino ai giocatori. Milinkovic? È fortissimo, uno dei giocatori più forti con cui ho giocato, sa difendere, dribblare, è forte di testa, sa attaccare, calcia bene da fuori, è completo. Immobile? È tra i più forti, non so perché lo stanno massacrando, ha fatto una marea di gol, ha i tempi precisi per ogni pallone".

Commenti