Lazio, il medico Pulcini ascoltato dalla Procura di Avellino

Il medico della Lazio sentito come “persona informata”: sul tavolo le comunicazioni con l’Asl
Lazio, il medico Pulcini ascoltato dalla Procura di Avellino
Daniele Rindone

ROMA - I ripetuti blitz dei finanzieri sono diventati di dominio pubblico, l’audizione del dottor Ivo Pulcini no, si è svolta lontano da occhi indiscreti. Il responsabile sanitario della Lazio venerdì è stato ricevuto da Vincenzo D’Onofrio, procuratore facente funzioni di Avellino. A quanto risulta il dottor Pulcini è stato ascoltato solo come persona informata sui fatti in merito all’indagine sui tamponi della Lazio che ad oggi vede indagato Massimiliano Taccone, presidente del consiglio di amministrazione della Futura Diagnostica, laboratorio che da maggio elabora i test della società biancoceleste per il campionato. Nel fascicolo i reati ipotizzati sono sempre falso, truffa in pubbliche forniture ed epidemia colposa. Non stanno riguardando la Lazio.

Lazio, bilancio sui nuovi acquisti: ecco i giocatori più utilizzati
Guarda la gallery
Lazio, bilancio sui nuovi acquisti: ecco i giocatori più utilizzati

La documentazione

Il dottor Pulcini non era accompagnato da legali in quanto convocato come testimone, è stato ascoltato e avrebbe fornito una documentazione simile a quella prodotta giovedì scorso durante l’interrogatorio svolto davanti agli 007 della Procura federale guidata da Giuseppe Chinè: probabilmente si tratta della corrispondenza via Pec avuta con le Asl competenti territorialmente in base ai casi Covid riscontrati a Formello. Nel fascicolo della Procura di Avellino, da venerdì, sono entrate anche le mail Lazio-Asl. La convocazione del dottor Pulcini è servita per approfondire gli aspetti legati alle comunicazioni (mancate o meno, ritardate o no si sta accertando) tra la Futura Diagnostica, la Lazio e l’autorità sanitaria. Anche i magistrati, non solo la Procura federale, vogliono far luce sulla gestione dei protocolli e non più soltanto sull’esito contraddittorio dei tamponi. Filtrano varie indiscrezioni da giorni: le comunicazioni Lazio-Asl sarebbero state telefoniche fino a venerdì 6 novembre, era il week-end che ha preceduto Lazio-Juve. La società biancoceleste assicura che erano iniziate precedentemente anche via mail. Il passaggio è delicato perché sono le Asl a disporre isolamenti e quarantena. [...]

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna del Corriere dello Sport - Stadio

Luis Alberto: "Tifosi, vi chiedo scusa. Darò il massimo per la Lazio"
Guarda il video
Luis Alberto: "Tifosi, vi chiedo scusa. Darò il massimo per la Lazio"

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti