Caso Hysaj, la Lazio: "Condanniamo lo striscione contro il calciatore"

Il club biancoceleste dirama un comunicato e si schiera al fianco dell'albanese: "Noi non saremo mai dalla parte di chi nega i valori dello sport"
Caso Hysaj, la Lazio: "Condanniamo lo striscione contro il calciatore"

ROMA - La Lazio condanna fortemente le accuse contro Elseid Hysaj. Dopo il caso del calciatore che ha cantato 'Bella ciao' in ritiro durante il suo 'battesimo' davanti alla squadra, gli ultras biancocelesti si sono scagliati contro il ragazzo albanese. E il club, con un comunicato, condanna il gesto: "La Società Sportiva Lazio condanna fermamente il vergognoso striscione contro il calciatore Elseid Hysaj. Non è il primo episodio di questo tipo. Noi non saremo mai dalla parte di chi nega i valori dello sport. Siamo senza indugio invece dalla parte del nostro atleta e di tutti gli altri calciatori impegnati in queste settimane nel ritiro precampionato. Prendiamo nettamente le distanze da chi vuole strumentalizzare per fini politici questa vicenda che danneggia la squadra, tutti i tifosi laziali e la Società. Non ci faremo intimidire da chi usa toni violenti ed aggressivi: per loro non c’è alcuno spazio nel nostro mondo che invece è ispirato ai sani valori sportivi della lealtà e della competizione, del rispetto reciproco e della convivenza civile ed indirizzato al superamento di tutti gli steccati di carattere sociale, culturale, economico e razziale".

Lazio, sorriso Hysaj: prime foto in maglia biancoceleste
Guarda la gallery
Lazio, sorriso Hysaj: prime foto in maglia biancoceleste

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti