Lazio, il giorno del giudizio: tamponi, oggi il processo-bis

In primo grado il presidente biancoceleste era stato condannato a sette mesi: la sentenza è prevista in serata
Lazio, il giorno del giudizio: tamponi, oggi il processo-bis© ANSA
Fabrizio Patania
TagsLazioLotito

È il giorno del giudizio, non ancora universale e neppure definitivo, se la Procura della Figc e/o Lo- tito decideranno di tornare al Collegio di Garanzia del Coni. Dipenderà dalla sentenza, attesa in serata. Alle ore 11 tornerà a riunirsi la Corte d’Appello Federale per esaminare il caso dei tamponi della Lazio, aperto da un anno. Non sono bastati tre gradi di giudizio sportivo e un’inchiesta della magistratura ordinaria di Avellino (relativa al laboratorio di analisi che processava i tamponi: i termini di proroga scadranno a inizio dicembre) per chiarire ogni aspetto, esaurendo dibattimento, accuse e difesa. Si riparte questa mattina con una diversa composizione della Corte: Torsello in secondo grado aveva condannato Lotito e i medici della Lazio (Pulcini e Rodia) a dodici mesi di squalifica.

Lazio, udienza da remoto

Questa volta toccherà a Marco Lipari guidare il collegio. Relatrice Francesca Morelli, giudice penale, cooptata in Figc dopo il rinnovo degli organi disciplinari lo scorso aprile, quando già infuriava la battaglia legale. Serviranno competenza e autonomia per pilotare verso le ultime curve un procedimento di cui si discute da troppi mesi, non senza tensioni. Udienza da remoto, in videoconferenza. Al Coni si era tenuta in presenza. Non interverrà Lotito, atteso a Milano per l’assemblea della Lega, a rischio decadenza dalla carica di consigliere federale. In primo grado il presidente della Lazio era stato condannato a sette mesi: era il 26 marzo, l’inibizione (ancora vigente per la Figc) scade il 26 ottobre.

Tutti gli approfondimenti sull’edizione del Corriere dello Sport – Stadio

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti