Lazio, il duro sfogo di Sarri negli spogliatoi dopo il ko con l'Inter: cosa ha detto alla squadra

Il tecnico ha parlato al gruppo in hotel. Vertice con il presidente: si valuta l’acquisto di un’ala
Lazio, il duro sfogo di Sarri negli spogliatoi dopo il ko con l'Inter: cosa ha detto alla squadra© Marco Rosi / Fotonotizia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Il vizio della Lazio

Di esperienza in batoste e figure comiche la Lazio ha preso lauree, master, dottorati e cattedre, è successo anche sotto la guida di un luminare quale Mau: «Ai tifosi possiamo promettere che queste prestazioni terminino questa sera. Che dalla prossima daremo sempre il 100%. Le sconfitte le accetti male se non dai quello che ti saresti aspettato. L’importante sarebbe ripagare i tifosi dando il massimo». Promesse onorevoli, ma vane. E’ una tortura masochistica, quella della Lazio. Più che l’ultima caduta preoccupano le future delusioni. E’ colpa di un difetto mai risolto, la Lazio spesso si autoelimina dalle partite. La desolante pochezza di Riyad può avere tante spiegazioni e nessuna considerando la ripetitività ciclica dei ruzzoloni. «Dopo 4-5 partite la squadra ha sempre questi cali», è l’interpretazione che Sarri dava nel suo primo anno da allenatore biancoceleste e che continua a dare nella terza stagione. Un esame di coscienza deve farlo anche lui, non ha brillato per spinta avvicinandosi a questa Supercoppa. Con la nevrotica fragilità della Lazio, per evitare la “vuotaggine” che spesso la attanaglia, forse bisognerebbe calibrare meglio qualche uscita. Anche perché finire da irridente a irriso non è proprio il massimo. Ciò non toglie che le cinque vittorie avevano celato alcuni problemi strutturali, soprattutto in attacco.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lazio, la questione mercato: ecco le idee

A Riyad sembra non si sia parlato di mercato, l’argomento potrebbe essere approfondito nelle prossime ore. Lotito e Fabiani sono vigili, valutano eventuali offerte. Sarri aspettava un centrocampista, adesso si sta ragionando se prendere un’ala. A fine 2023 era spuntato il nome di Gnonto, in uscita dal Leeds. E’ solo bizzarra la candidatura di Candreva. Gil del Tottenham era un’idea estiva. Se non si rintraccerà un’ala si potrebbe rivalutare l’arrivo della mezzala, promuovendo Saná Fernandes. A Formello, in tempi di mercato, serve il misuratore di verità, non più l’indice di liquidità. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA
1
Lazio, il duro sfogo di Sarri negli spogliatoi dopo il ko con l'Inter: cosa ha detto alla squadra
2
Il vizio della Lazio
3
Lazio, la questione mercato: ecco le idee