Specchia: "Napoli, occhio al Sassuolo: più pericoloso della Lazio"

L'esperto allenatore avverte i partenopei: "Dionisi è giovane ma molto preparato: la sua è una squadra ad alta intensità"
Specchia: "Napoli, occhio al Sassuolo: più pericoloso della Lazio"© LAPRESSE

NAPOLI - Il Sassuolo non è avversario da sottovalutare: la vittoria in casa del Milan di pochi giorni fa ne è una ulteriore prova. Paolo Specchia, allenatore di lunga esperienza, ai microfoni di Radio Marte ha provato a leggere la prossima sfida del Napoli ponendo particolare attenzione alle ottime doti dei neroverdi: "Henrique l'anno scorso giocava nello Spezia - sottolinea - mi ricorda Verratti per la sua qualità. Dionisi è giovane ma molto preparato, sta ripercorrendo la traccia di De Zerbi ma verticalizza molto di più e prepara la squadra ad alta intensità. Sarà una gara molto più difficile rispetto a quella contro la Lazio, che andava a zero all'ora con ritmi inesistenti ed è stata stracciata. Il Napoli sta recuperando Demme, ma dovrà ancora riprendersi dopo il COVID-19. Sono contento che anche Politano sia guarito. Insomma, il Napoli si sta riappropriando di ottime pedine. Quando torneranno anche Osimhen e Anguissa potrà guardare al futuro con ottimismo. Ma deve stare attento a questa prossima gara: il Sassuolo ha fatto qualche scivolone in casa ma ha vinto contro Juventus e Milan a casa loro".

Maradona, il ricordo del Napoli è da brividi: statua, luci e cori
Guarda la gallery
Maradona, il ricordo del Napoli è da brividi: statua, luci e cori

"Lobotka contro la Lazio sembrava Iniesta"

L'ottima prestazione dei partenopei contro la Lazio va archiviata in fretta, per non correre il rischio di prendere sotto gamba la sfida col Sassuolo: "Bisogna stare molto più attenti a questa gara - spiega Specchia - rispetto a quella contro la Lazio. Sarri non è entrato nella testa dei giocatori. Questo è un grosso limite di Sarri: lui è un grandissimo tecnico da campo, organizza le squadre in maniera splendida ma sul piano dell'empatia e del carisma non incide. Al contrario tecnici come Zanetti o Dionisi fanno giocare con identità". E a proposito di capacità degli allenatori, anche il Napoli ha in casa un tecnico che sa come ricavare il meglio dai suoi giocatori: "Lobotka si è ricaricato - assicura Specchia - è giocatore interessante. Con la Lazio sembrava Iniesta: confido anche in lui contro il Sassuolo. Spalletti è bravo in questo perché dà interesse e affetto a tutti".

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti