Napoli, Nervo: Spalletti grande allenatore, un vecchie maniere come Mazzone

L'ex Bologna: "Sono entrambi tecnici che sanno unire un gruppo"
Napoli, Nervo: Spalletti grande allenatore, un vecchie maniere come Mazzone© ANSA

NAPOLI - "Il Napoli ha dimostrato di essere una grande squadra. Ieri ha avuto anche tanti episodi sfavorevoli, mi piace molto Spalletti come allenatore". A 1 Station Radio, è intervenuto l’ex calciatore, fra le tante, del Bologna, Carlo Nervo: "Insigne al Toronto? Era un'offerta difficile da rifiutare, umanamente capisco bene. E' come aver fatto 13. Svanberg? Può diventare un grande giocatore. Fortunatamente ora a Bologna c'è una dirigenza che lavora bene. Mi auguro davvero che resti a Bologna perché può fare davvero bene. Non solo lui, c'è anche Dominguez e tanti altri giocatori interessanti. Elmas? Mi è sembrato da subito un buon giocatore. Un giocatore deve saper aiutare la squadra; lui può ricoprire più ruoli e questo è molto importante per l'allenatore". Tornando in casa Napoli, questo il pensiero di Nervo sull'ingenuità di Lozano: "Viene ricordato per quel fallo. Ha fatto un errore da 'ragazzo', ma è comunque un giocatore che vorrei sempre in squadra. Se avesse fatto gol invece di prendere il palo, oggi si parlerebbe di altro." Poi Nervo si concentra sulla situazione di Dybala: "Dybala è un campionissimo, ora è tornato un allenatore con cui ha fatto molto bene. Io non credo che andrà via, al di là dei guai fisici, perché è fondamentale per la Juventus. Troveranno un accordo".

Napoli, che botta! La Fiorentina ne fa 5 e avanza in Coppa Italia
Guarda la gallery
Napoli, che botta! La Fiorentina ne fa 5 e avanza in Coppa Italia

Spalletti come Mazzone

Poi, spazio alla memoria sulla cavalcata del Bologna in Coppa Uefa nel 1999 "Fu bellissimo. Erano altri tempi, c'era un grande allenatore come Mazzone che guardava tutti i giocatori nello stesso modo: sia quelli che giocavano, così come quelli che non giocavano. Allenatori vecchia maniera che sapevano unire un gruppo. Anche Spalletti è quel tipo di allenatore". Quest'anno Soriano, nel Bologna, non si è confermato ancora ai livelli usuali:  "Ci sono stagioni in cui ti va tutto bene e altre no. Con Arnautovic ha cambiato posizione e modo di giocare. Se riuscisse a ritrovare qualche gol in più, senz'altro, sarebbe meglio per il Bologna. Resta comunque imprescindibile".

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti