Mazzarri e Pioli, i gemelli diversi di Napoli e Milan attesi da due notti di fuoco

Perché l'allenatore azzurro e quello rossonero, tra domani e mercoledì, vivranno una serata simile: uno si gioca tanto, l'altro si gioca tutto
Mazzarri e Pioli, i gemelli diversi di Napoli e Milan attesi da due notti di fuoco© LAPRESSE
2 min
Fabio Mandarini

Walter Mazzarri e Stefano Pioli, due uomini in difficoltà sotto un tetto di stelle Champions, sono condannati a vincere subito. O meglio: il Napoli si qualificherebbe agli ottavi anche solo pareggiando domani al Maradona con il Braga, ma una vittoria sarebbe tremendamente importante per il morale e l'autostima della squadra; mentre il Milan può passare il turno soltanto se mercoledì batterà il Newcastle al St. James' Park e se contestualmente il Borussia vincerà a Dortmund con il Psg. Quella di Walter, reduce da tre sconfitte consecutive, è una missione delicata ma possibile, mentre Stefano, di nuovo in un buco nero (senza rosso) dopo la batosta di Bergamo con l'Atalanta, è alle prese con una combinazione del diavolo. Lettera minuscola. Giornate simili, vero? Quasi gemelli, però diversi: Mazzarri ha sostituito Garcia e per Adl rappresenta l'ultima speranza di continuare a respira aria Champions subito e in futuro, considerando che lo scudetto è ormai in viaggio (-14 dall'Inter e -12 dalla Juve); Pioli, invece, rischia seriamente l'esonero.

Napoli, il martedì di Mazzarri

Quella di Walter, insomma, sarà una giornata difficile ma non tale da fargli perdere il sonno. Sì, oggi è apparso sorridente nonostante tutto: Osimhen è in Marocco, Kvara è in difficoltà, non ha terzini sinistri, la squadra non vince in casa dal 27 settembre, nelle ultime tre partite ha incassato 8 gol e nelle ultime due ha non ha mai segnato. Un bel po' di problemi, altroché, ma la qualificazione agli ottavi avrebbe l'effetto del jolly. Meglio se con una vittoria.

Milan, il mercoledì di Pioli

Molto diversa, dicevamo, la situazione di Pioli: di nuovo in discussione, come mai finora in una stagione che vede il Milan terzo a 9 punti dall'Inter e appeso a un filo sottilissimo in Champions. Classifica Gruppo F: Borussia 10, dopo il 3-1 di San Siro che ha compromesso la situazione rossonera e del tecnico; Psg 7, Newcastle 5, Milan 5. Un rompicapo. E un mezzo miracolo in Inghilterra per evitare di trasformare "on fire" in "fired". Per allontanare lo spettro dell'esonero. E intanto oggi il Milan ha annunciato il ritorno di Ibra.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti