Roma, Vito Scala promosso: l’uomo di Totti parla con gli arbitri

Preparatore e assistente storico di Francesco, è rimasto in società: curerà i rapporti tra il club e i direttori di gara
© Bartoletti
Roberto Maida

ROMA - Totti si chiama fuori? Il suo assistente storico, Vito Scala, viene promosso. Il rimpasto dirigenziale non risparmia nessuno, alla Roma: anche l’addetto agli arbitri, Alberto Dionisi, non è stato confermato alla scadenza del contratto. Al suo posto il Ceo Fienga ha piazzato proprio Scala, preparatore atletico che da questa stagione avrà il compito di accogliere la folta comitiva arbitrale allo Stadio Olimpico e di creare le condizioni migliori per un rapporto sereno con i direttori di gara.

La Roma presenta la sua difesa: ecco Zappacosta e Çetin
Guarda la gallery
La Roma presenta la sua difesa: ecco Zappacosta e Çetin

LA LISTA - Il ruolo è molto delicato. Dionisi, che era stato portato alla Roma da Franco Baldini nel 2011, è uno specialista della materia: essendo un esperto di match analysis forniva alla Roma anche le schede degli arbitri, per istruire i calciatori su stili e caratteri di ciascuno. Adesso toccherà a Scala stabilire un rapporto di confronto costruttivo, per far sì che gli arbitri entrino in campo con lo stato d’animo più idoneo a dirigere una partita. Saranno in tutto cinque le persone della Roma che potranno accedere all’area dove gravitano gli arbitri: il Ceo Fienga, il vicepresidente Baldissoni, il vicedirettore De Sanctis, il team manager Gombar e appunto Scala. A loro e soltanto a loro, secondo il regolamento, sarà consentito interagire con gli arbitri in occasione delle partite.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna del Corriere dello Sport - Stadio

La Roma si allena: Petrachi-Fonseca, fitto colloquio
Guarda la gallery
La Roma si allena: Petrachi-Fonseca, fitto colloquio

Commenti