Roma
0

Roma, Friedkin ora vuole capire: lo scenario è cambiato dopo lo stop al campionato

Oscillazioni spaventose del titolo del club giallorosso, che ieri ha chiuso con un -20,52%. Il magnate texano potrebbe chiedere uno sconto a Pallotta

Roma, Friedkin ora vuole capire: lo scenario è cambiato dopo lo stop al campionato
© ANSA

Il titolo della Roma in Borsa negli ultimi giorni ha avuto un andamento da montagne russe. Venerdì, dopo alcune fake news circolate sull’imminente chiusura, il titolo era schizzato a più 12,80. Ieri sera ha chiuso a meno 20,52. Una perdita enorme e straordinaria, considerato che in una giornata tragica per le Borse il sistema ha perso l’11 per cento. La Roma quasi il doppio. Il mercato ha reagito in modo scomposto al congelamento della trattativa per il passaggio di proprietà. Non ci sono comunque segnali di un ripensamento da parte di Friedkin, la due diligence è praticamente chiusa. Tutti i negoziati in un momento come questo sono in una fase di vischiosità, ma poi riprendono. Gli uomini dell’imprenditore texano vogliono capire quanto inciderà come perdite per la Roma il blocco dell’attività calcistica. Ma Friedkin ha valutato tutto: il potenziale della squadra, della città, dell’Italia, che oggi è in difficoltà anche a livello di immagine. Il texano riflette, ma non si tira indietro. Con quello che sta accadendo i contratti dei giocatori perdono valore, il fair value è la stella polare che garantisce l’operazione. I documenti sono tutti a posto, non ci sono intoppi procedurali. Ora dipende dalle valutazioni del mercato. Gli uomini di Friedkin hanno messo sotto la lente di ingrandimento tutte le carte della Roma, sanno esattamente quanto spende, quanto valgono i contratti. Quello che non sapevano è che in Italia si sarebbe bloccato tutto. Questo può determinare uno sconto, Pallotta potrebbe accettare. Ma l’operazione resta assolutamente in piedi, perchè non erano state poste scadenze. Friedkin e Pallotta possono decidere quando vogliono di firmare. L’attuale presidente si è stancato di questa situazione. I tifosi lo hanno contestato duramente, è sfiduciato, a cominciare dalla situazione dello stadio. Non vorrebbe riaffrontare l’ambiente romano.

Nuovo scenario

I due imprenditori potrebbero ritrovarsi quindi a trattare sul prezzo, dopo aver trovato un accordo di massima alla fine del 2019. Friedkin potrebbe decidere di entrare inizialmente con una quota, garantendo di completare l’aumento di capitale e cominciando la sua avventura da socio. James Pallotta ha rassicurato Fienga riguardo la continuità aziendale. In ogni caso una volta firmati i preliminari si può arrivare rapidamente al closing. Il titolo ha avuto una oscillazione sospetta, sulla quale la Consob si pone diverse domande ed è pronta a rivolgerle alla Roma, società quotata in Borsa. Gli avvocati stanno rivalutando i conti alla luce dello stop del campionato. Dan Friedkin con i suoi collaboratori vogliono capire cosa succederà, cosa resterà una volta passata l’emergenza.

Dzeko incerottato, ma disponibile

Tutte le notizie di Roma

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti