Roma, la notte magica di Zalewski tra esordio e gol: tutto sul talento della Primavera

Classe 2002, il fantasista contro il Manchester è sceso per la prima volta in campo con la prima squadra
Roma, la notte magica di Zalewski tra esordio e gol: tutto sul talento della Primavera© LAPRESSE
TagsRomaZalewski

ROMA - Per la Uefa la terza rete della Roma è stato un autogol di Alex Telles, per i tifosi e tutto il club invece quel gol è tutto di Nicola Zalewski. Esordio assoluto tra i professionisti per il talento polacco, stella della Primavera di Alberto De Rossi e grande prospetto della Roma. Nicola ieri sera contro il Manchester United ha fatto per la prima volta il suo ingresso in campo in un match tra i grandi, entrando al 76' al posto di Pedro. Una prova di personalità, senza nascondersi ma con la voglia di incidere nel match. E lo ha fatto. Dopo sette minuti il talentino giallorosso ha schiacciato un pallone in area di rigore che ha sbattuto su Alex Telles imbucandosi in porta. Tutta la Roma è corsa ad abbracciarlo, per lui è stato un esordio da sogno. Purtroppo il gol per l'Europa League non è da attribuire a lui ma all'errore del terzino portoghese, ma per lui è stata comunque una notte da favola: "È stata una bella serata, abbiamo portato a casa una vittoria. Siamo stati condizionati dall'andata e dagli infortuni, ma torniamo a casa con una vittoria - ha dichiarato a fine partita -. Al mio ingresso in campo ero emozionato ma sapevo cosa fare. Penso di aver dato tutto, sono soddisfatto. Ringrazio i miei compagni per avermi aiutato, ringrazio anche il mister per la fiducia. I compagni ci hanno aiutato molto. Questo risultato e il gol che ho fatto è grazie a loro".

Domani festeggerà a Trigoria con i suoi compagni di squadra, sperando presto di poter scendere di nuovo in campo con i grandi. Avrà tutto il tempo, il futuro è suo. Nato a Tivoli ma di origini polacche (nel 2019 ha esordito con l'Under 20 della Polonia e in futuro indosserà quella maglia anche con la maggiore), il fantasista è uno dei giovani su cui puntare per il futuro.

Nicola avrebbe potuto esordire già a dicembre in occasione della gara in Bulgaria con il CSKA Sofia, ma il Covid lo ha frenato. Quest'anno Fonseca lo aveva portato in panchina negli incontri contro i bulgari (all'andata), il Cluj e il Benevento. Non era ancora riuscito a trovare la gioia dell'esordio, lo ha fatto in una semifinale di Europa League. 

Cavani punisce la Roma: non bastano Dzeko, Cristante e Zalewski
Guarda la gallery
Cavani punisce la Roma: non bastano Dzeko, Cristante e Zalewski

I genitori di Zalewski sono originari di Lomza, una cittadina a 150 chilometri da Varsavia. Il padre nel 1989 fu costretto a lasciare il paese dopo essersi rifiutato di prestare servizio militare durante il regime comunista. Lui e la sua famiglia sono emigrati a Poli, piccolo comune a pochi chilometri da Roma. Qui Nicola ha conosciuto il calcio, trascorrendo i pomerigg sul campo dell'attuale Spes Poli, tanto da diventare la mascotte della squadra. 

Ha trascorso i suoi primi anni da giocatore nello Zagarolo. Durante un torneo a Borgata Finocchio, nel 2017, l'osservatore Stefano Palmieri, mandato lì da Bruno Conti, lo ha cominciato a visionare offrendogli un provino a Trigoria. Da lì non ci sono stati più dubbi sul suo talento: Nicola non ha più lasciato il Fulvio Bernardini cominciando il suo percorso di crescita nelle varie giovanili del club giallorosso. In questa stagione ha totalizzato sette gol e cinque assist in diciassette presenze, numeri importanti come la maglia che indossa: la 10, a Roma sacra. Un anno e mezzo fa ha firmato il primo contratto da professionista fino al 2022 e poi l'ha già rinnovato fino al 2024. Un sogno che si avvera, un ragazzo destinato a salire in prima squadra e a fare presto il salto di livello. Lui sogna di poter essere allenato da Mourinho, nei prossimi mesi la Roma deciderà se mandarlo in prestito o se dargli una chance di crescere a Trigoria sotto lo Special One. 

Attiva ora DAZN in offerta speciale fino al 28 luglio per 14 mesi a 19,99€ al mese, invece di 29,99€ al mese

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti