Roma, campo intitolato ad Amadei. E il nipote scoppia a piangere vicino a Dzeko

Presenti all'inaugurazione il general manager Tiago Pinto, Edin Dzeko e la famiglia dello storico giocatore giallorosso
Roma, campo intitolato ad Amadei. E il nipote scoppia a piangere vicino a Dzeko
TagsRomaDzeko

ROMA - Le lacrime di Alessandro Amadei racchiudono l'essenza del tifos romanista. Il nipote dell'ex attaccante della Roma ha presenziato all'inaugurazione di un campo a Trigoria intitolato ad Amedeo, scavalcato in questa stagione per numero dei gol da Edin Dzeko. Anche l'attaccante bosniaco ha partecipato alla mini cerimonia per celebrare l'ex attaccante: "Per me è un onore aver raggiunto un campione come lui. Sono felice di essere qui in un momento così storico", ha dichiarato Dzeko. Presente anche il general manager Tiago Pinto: "Sono bastati quattro mesi per capire quanto è stato importante Amadei per questo club". 

Parola anche ad Alessandro Amadei, in lacrime per questo bellissimo momento: "È un onore vedere un campo intestato a mio nonno che ha dato la vita per la Roma. Ed è bellissimo vedere Dzeko qui, ringrazio la Roma a nome della nostra famiglia per aver dato questa opportunità a mio nonno di avere qui qualcosa di importante". Difficile non commuoversi. 

Mister Calcio Cup europei

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti