Dybala e il rapporto con Mourinho: "Dopo l'infortunio gli ho chiesto una cosa"

Il calciatore giallorosso si è raccontato in una lunga intervista: ecco le sue parole
3 min

Paulo Dybala si è raccontato in un'interessante intervista rilasciata a Sofia Martinez all'interno del programma "LLave A La Eternidad". Il calciatore della Roma ha toccato molti temi partendo dalla Nazionale e dal Mondiale vinto con l'Argentina fino all'arrivo nella Capitale, all'infortunio della passata stagione e al rapporto con Mourinho.

Dybala, l'infortunio e la richiesta a Mourinho

Proprio sull'infortunio Dybala è tornato sulla gara contro il Torino del novembre 2022 e sulla richiesta fatta a Mourinho: "All’inizio non era chiara la gravità, quando ho fatto gli esami e i medici mi hanno comunicato l’entità dell’infortunio mi è caduto il mondo addosso. È stato un momento duro. Il dottore mi ha detto che la lesione era al limite e lì ho capito che avevo ancora una possibilità. Mi sono detto che dovevo lavorare tranquillo, fisicamente e mentalmente. I dottori mi hanno aiutato tantissimo e i risultati sono pian piano arrivati. Poi è arrivata la settimana della sfida contro il Torino: io mi sentivo bene, già mi stavo allenando con la squadra e quindi ho detto a Mourinho: “Devi farmi entrare, devi farmi entrare”. “Sì, ho capito che vuoi giocare”, la sua risposta. Per me dipendeva tutto da quella partita, dovevano vedere che stavo bene. La lista dei convocati era uscita qualche giorno prima di Roma-Torino, Mourinho mi ha chiesto quanto volevo giocare e io ho risposto “20-30 minuti”. Stavamo perdendo e lui mi ha comunque fatto giocare 30 minuti. Ho giocato e mi sono sentito bene".

"Il Mondiale? Indimenticabile"

Poi torna a parlare della finale del Mondiale e soprattutto del calcio di rigore: "Sono stato molto freddo dal dischetto, quando la palla è entrata ho perso 10 kg dalla tensione. Appena ho visto la palla entrare in rete mi sono girato a guardare e a festeggiare con la mia famiglia che era in tribuna. Il primo che ho abbracciato dopo il rigore è stato Messi, poi dopo il rigore di Montiel hanno iniziato a correre tutti da una parte e dall'altra, abbiamo esultato tutti insieme, è stato un momento indimenticabile".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti