Spal
0

Spal, Di Biagio: "Col Verona giocherà chi è stato impiegato di meno"

Il tecnico estense: "Domani tornerà letica titolare. Vicari rimarrà l'anno prossimo? Io non avrei dubbi. Sarà una valutazione che farà la società con il giocatore, ma sono sicuro che resterà. La ripresa? Giocare senza pubblico è assurdo"

Spal, Di Biagio:
© Getty Images

FERRARA - Luigi Di Biagio, allenatore della Spal già retrocessa, ha parlato in conferenza stampa prima della penultima, ininfluente sfida di campionato contro il Verona al Bentegodi: "Al di là dell'ultima prestazione, ci dobbiamo aspettare una partita dove cercherò di utilizzare coloro che non hanno giocato molto. Darò spazio a gente fresca. Cercheremo di vincere la gara, ci abbiamo provato fino all'ultimo con il Torino, mettendo in campo anche una grande reazione. Quello che avrei voluto vedere in queste settimane ci è riuscito in alcuni momenti, poi con i risultati pesanti delle ultime gare è difficile. Mi piacerebbe vedere una squadra propositiva dal primo minuto. Vicari rimarrà? Io non avrei dubbi. Sarà una valutazione che farà la società con il giocatore, ma sono sicuro che resterà". Capitolo formazione: "Letica l'ho dovuto tenere a riposo perché è passato dal giocare nessuna partita al ha giocare 9 partite in 20 giorni. Era in difficoltà da diverse partite e giocava con un antinfiammatorio. Nonostante ciò, ci ha dato la sua disponibilità ad aiutarci. Domani dovrebbe tornare lui dal primo minuto, nonostante l'ottima gara di Thiam. Di lui sono molto contento, deve stare tranquillo e avrà altre possibilità. Il Verona è stata la Spal dei primi due anni. Hanno fatto un grande lavoro ed è stata una sorpresa".

"Per me non si doveva ricominciare. Lo dicevo dopo la vittoria di Parma e non oggi. Giocare senza pubblico è assurdo, così come lo è trattare i giocatori come carne da macello. Per me è stato tutto sbagliato. Si è trattata di un'esperienza che non si ripresenterà, a meno che a settembre le cose non dovessero andare bene. Tutto irreale, brutto, senza passione fuori e dentro dal campo. Le valutazioni non sono reali, bisogna stare attenti a giudicare tutte le cose che abbiamo visto in questi mesi". Chiusura sui giovani esorditi nelle ultime partite: "Bisogna fare i complimenti al mister della Primavera, allo staff, al responsabile del settore giovanile e alla società. Ho visto ragazzi predisposti a stare tra i grandi. Ho fatto esordire alcuni, ma potrebbe esserci spazio anche per altri".

Di Biagio: "Un punto che dà positività"

Tutte le notizie di Spal

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti