Verona, Tudor: "Vietato sbagliare con il Venezia"

Il tecnico: "La nostra bravura deve essere quella di dare sempre il massimo, a prescindere dalle dinamiche della gara"
Verona, Tudor: "Vietato sbagliare con il Venezia"© LAPRESSE

VERONA"Ci attende una gara difficile, il Venezia è molto ben preparato e organizzato, specie a livello difensivo. Se hanno 15 punti non è un caso, è una squadra seria che sa sfruttare bene le proprie doti e studiare le avversarie con efficacia". Lo ha dichiarato il tecnico del Verona, Igor Tudor in vista del prossimo impegno: "Giocano con la giusta spensieratezza e hanno elementi importanti con ottime caratteristiche sia di qualità che quantità, noi dovremo essere tosti e bravi a non sbagliare niente, sfruttando ciò che l'avversario ci concederà. La formazione? Giocherà come sempre chi sta meglio, mi aspetto una bella gara da parte nostra, dovremo essere al 100%".

Dare sempre il massimo

"Le stagioni sono fatte di periodi diversi, contro il Cagliari la squadra ha fatto passi in avanti rispetto alla gara contro la Samp e avrebbe meritato di vincere, ma ci sono anche gli avversari e col passare del tempo le gare diventano sempre più complesse. Le squadre giocano sempre di più, col passare dei mesi, sulle caratteristiche dell'avversario. La nostra bravura deve essere quella di dare sempre il massimo, a prescindere dalle dinamiche della gara".

Lasagna e Dawidowicz

"Per noi Dawidowicz è molto importante, siamo fortunati ad averlo, ha caratteristiche importanti anche a livello mentale. E' un titolare della Nazionale polacca e sta diventando un leader dello spogliatoio, dà a tutti voglia di vincere e non mollare mai. Lasagna? Sta bene, quindi sicuramente lo vedremo in campo in queste settimane. Tutti i quattro cambi effettuati contro il Cagliari, lui compreso, sono entrati molto bene, e questo è molto importante, spesso chi subentra può essere decisivo".

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti