C’è un altro João Pedro che sta facendo innamorare l’Inghilterra

Brasiliano, 19 anni, attaccante: è l’ultima scoperta della famiglia Pozzo e con nove gol ha appena riportato in Premier il Watford. Ha un contratto fino al 2027. Il Liverpool è in prima fila
C’è un altro João Pedro che sta facendo innamorare l’Inghilterra
Stefano Chioffi

A Vicarage Road, negli uffici del Watford, la famiglia Pozzo ha già sciolto il nodo che teneva in sospeso i tifosi: la linea è quella di resistere alla tentazione di aprire subito l’asta per João Pedro, diciannove anni, attaccante, decisivo con i suoi nove gol per l’immeditato ritorno degli Hornets in Premier. Continueranno a goderselo anche nella prossima stagione, questo brasiliano di un metro e 82, agile e svelto, con una tecnica raffinata e zero gradi di parentela con la punta del Cagliari. E’ l’ultima scoperta di Giampaolo e Gino Pozzo, che possono fare concorrenza all’Ajax per numero di talenti scoperti e valorizzati in Italia e in Inghilterra, tra Udine e Watord, mezz’ora di macchina da Londra.

KLOPP E IL LIVERPOOL - João Pedro piace anche al Liverpool: è un nome che Klopp considera perfetto per allargare il ventaglio di soluzioni nel suo 4-3-3. Dopo l’infortunio di Deeney e l’arrivo in panchina dello spagnolo Xisco, quarant’anni, che ha sostituito alla vigilia di Natale il serbo Vladimir Ivic, il brasiliano è diventato titolare e il Watford è stato protagonista di una splendida rimonta per la promozione: dieci vittorie in undici partite nella prima parte del girone di ritorno. João Pedro ha contribuito a cambiare marcia alla squadra, elegiata anche dal suo tifoso più famoso, Elton John. Gino Pozzo lo ha appena blindato fino al 2027: l’accordo era in scadenza nel 2025, ma ha deciso di riconoscergli un ingaggio più ricco, evitando così il rischio che qualche grande club potesse agitare le acque.

FUTBOL CALLEJERO - Infanzia in salita, povertà e disagi, il calcio è stato il suo rifugio, proprio come l’amore di sua mamma Flavia. Ha cominciato con il “futbol callejero”, ha imparato a dribblare sulla strada. E’ nato a Ribeirão Preto, dove era cresciuto Socrates, il 26 settembre del 2001. Gioca con la maglia numero 10. Può fare il centravanti e l’ala. Il Watford lo ha preso nel gennaio del 2020 dal Fluminense. Con quattro milioni lo ha portato subito in Inghilterra. E dopo la retrocessione in Championship, ha deciso di metterlo al centro del suo progetto. Gli Hornets sono arrivati secondi, dietro al Norwich: 91 punti in 46 partite.

IL FLUMINENSE - Nel settore giovanile del Fluminense era stato seguito dal tecnico Daniel Pinheiro, mentre Fernando Diniz lo ha fatto esordire tra i professionisti. Sette gol in ventotto gare prima di lasciare il Brasile. Il suo papà, Chicão, aveva giocato nel Botafogo. Da bambino aveva un idolo: Ronaldo il Fenomeno.

Mister Calcio Cup europei

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti