Sheraldo Becker, il centravanti a costo zero che fa volare l’Union Berlino

Sei gol e quattro assist in Bundesliga, ventisette anni, nazionale del Suriname: nel 2019 era senza contratto. Ha trascinato al primo posto la squadra di Fischer, svizzero, cinque punti in più del Bayern dopo sette giornate
Sheraldo Becker, il centravanti a costo zero che fa volare l’Union Berlino© Getty Images
4 min
Stefano Chioffi

La formula del falso nove, con Mané nel ruolo di centravanti di manovra, non funziona. Il Bayern ha raccolto solo tre punti nelle ultime quattro giornate, sposando un copione tattico che anche Guardiola - l’inventore di questo stile di gioco - considera ormai fuori moda. E’ quinto in classifica, non vince dal 21 agosto (7-0 al Bochum) e ha perso 1-0 l’ultima partita in Bundesliga contro l’Augsburg: dodici punti in sette turni. Pesa la rinuncia a Lewandowski, che si è presentato nel Barcellona - tra Liga e Champions - con undici gol in otto gare.

NAGELSMANN SOTTO PRESSIONE - Sui social è cominciato da qualche tempo il processo a Nagelsmann. C’è una corrente di pensiero, all’interno della tifoseria, che spinge per l’arrivo di Tuchel, esonerato dal Chelsea. Se il Bayern naviga in acque agitate, c’è invece chi sta vivendo la sosta con la pancia piena, dopo un sorprendente avvio di stagione. Il Friburgo di Christian Streich, terzo in classifica a quota 14, rappresenta uno dei fenomeni in controtendenza. Ma a rovesciare ogni pronostico dell’estate è stato l’Union Berlino, allenato dallo svizzero Urs Fischer e in testa alla Bundesliga. Promosso per la prima volta nella sua storia nel 2019, è arrivato quinto un anno fa e ora è l’unico club tedesco ancora imbattuto in campionato.

LE MERAVIGLIE DELL’UNION BERLINO - Cinque successi e due pareggi, diciassette punti, quindici gol realizzati e quattro subiti (migliore difesa del torneo). L’Union Berlino è costruito con il 3-5-2, il copyright di quasi tutta la carriera di Antonio Conte. La colonna vertebrale è formata dal portiere danese Rönnow, dal portoghese Diogo Leite al centro della difesa (arrivato in prestito con diritto di riscatto dal Porto), dal mediano-regista Schäfer, dalla mezzala Rani Khedira (fratello dell’ex juventino Sami, che si è ritirato nel 2021) e dall’attaccante Sheraldo Becker, sei gol e quattro assist, capocannoniere in Germania, sbocciato in Olanda e stella della nazionale del Suriname. Ha ventisette anni, è nato ad Amsterdam il 9 febbraio del 1995, è uscito dal vivaio dell’Ajax. Ha giocato in prestito nel Pec Zwolle, si è messo in luce nell’Ado Den Haag, è stato scoperto dai dirigenti dell’Union Berlino nel 2019. Un affare a costo zero, perché Sheraldo Becker era senza contratto. Merito suo se la squadra di Fischer (che può contare anche sul jolly norvegese Thorsby, ex Sampdoria) è al comando: cinque gol di destro e uno di sinistro. L’anno scorso si fermò a quattro, era chiuso dal nigeriano Awoniyi, ceduto in estate al Nottingham Forest per venti milioni e mezzo: la plusvalenza più ricca nella storia dell’Union Berlino, rinato nel 1966 dopo due fallimenti. Sheraldo Becker ha un contratto fino al 2025 ed è il cugino di Luciano Narsingh, ex Psv Eindhoven e Feyenoord, ora al Miedz Legnica, in Polonia.


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti