Croazia, clima bollente in allenamento: i tifosi insultano Livaja

L'ex attaccante dell'Inter ha dovuto lasciare il ritiro della Nazionale, impegnata nelle Final Four di Nations League contro l'Olanda: cosa è successo
Croazia, clima bollente in allenamento: i tifosi insultano Livaja
3 min

FIUME (CROAZIA) - Clima tesissimo nel ritiro della Croazia a Fiume. Impegnata il prossimo 14 giugno contro l'Olanda nelle Final Four di Nations League, la nazionale croata del ct Zlatko Dalic deve far fronte a diversi problemi extra campo. Protagonista l'ex attaccante di Inter, Atalanta ed Empoli, Marko Livaja, che ha salutato in anticipo i suoi compagni lasciando il ritiro. Il motivo è clamoroso.

I tifosi contro Livaja: volano insulti!

Nel corso del primo allenamento della Croazia, Livaja è stato preso di mira da alcuni tifosi del Rijeka, la squadra locale, che lo hanno insultato con frasi volgari e violente, dirette a lui e alla madre: nel video del litigio si vedono chiaramente i tifosi in tribuna accaniti contro l'attaccante che reagisce, raggiungendo la balaustra che separa le tribune dal campo per rispondere agli insulti faccia a faccia, affrontando con decisione i suoi rivali.

Lite Livaja-tifosi: il motivo

Il motivo della lite ha a che fare con la squadra in cui milita l'ex Inter, giocatore dell'Hajduk Spalato, grande rivale del club della città di Fiume che ospita il ritiro della selezione croata. Per riportare la calma è addirittura servito l'intervento della polizia e degli addetti alla sicurezza che hanno scongiurato il peggio. L'attaccante, visibilmente provato, è stato poi allontanato dai compagni di Nazionale, Perisic e Kovacic, che hanno condiviso con lo stesso Livaja lo spogliatoio dell'Inter.

Le dichiarazioni di Livaja e del ct Dalic

Il giocatore ha lasciato il ritiro della Croazia, spiegando in una nota ufficiale le ragioni dell'allontanamento: "Sento di non essere pronto a dare il massimo alla Nazionale e che restando sarei solo un intralcio per la squadra che merita tranquillità durante la preparazione questa importante competizione". Al fianco dell'attaccante si schiera anche il ct Dalic, il quale ha sottolineato "il comportamento inaccettabile di alcune persone".

Italia, assalto alla Nations League: il programma degli azzurri


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti