Il Team Charged Up terzo classificato all’European CWL 2!

Il team italo-inglese fa parlare di sé grazie agli ottimi piazzamenti in Europa, ma anche a causa della loro assenza ai CWL Open di Atlanta.
Il Team Charged Up terzo classificato all’European CWL 2!
Tagscodchargedupcwl

Data l’assenza dei Pro-team europei ora impegnati nel disputare la CWL Pro League negli Stati Uniti, le restanti migliori squadre in Europa si sono date battaglia durante l’ultimo European CWL 2K, torneo online che ha visto come premio $1250 per il vincitore e diversi ProPoints distribuiti lungo la classifica.

Il team Charged Up capitanato da Wartex e Pacobey, già vincitore del National Circuit Italiano, si è fatto valere anche in questa occasione piazzandosi al terzo posto. Le performance di Wartex si sono dimostrate al livello dei migliori giocatori in circolazione e, in aggiunta ad un feeling di squadra in costante miglioramento, hanno portato un ottimo terzo posto e ben 800 ProPoints in casa Charged Up.

I CWL Open di Atlanta sono ormai alle porte e questo CWL 2K era l’ultima chance per i team di acquisire ulteriori ProPoints prima di volare oltreoceano e competere per un montepremi di $200,000. I Charged Up hanno fatto parlare di sé in maniera negativa negli scorsi giorni, data la decisione del giocatore “Pacobey” di non partecipare agli Open di Atlanta, negando così l’occasione a tutto il team di poter partecipare ad un evento di questa portata. Una scelta dettata da motivazioni personali delle quali il giocatore era già consapevole prima della partecipazione al National Circuit italiano, ma che non lo hanno comunque fermato, pur sapendo che Atlanta non sarebbe stata un’opzione.

La nuova struttura dei National Circuit, creata quest’anno per la prima volta, garantisce infatti la possibilità ai migliori team non professionistici di mettersi realmente in gioco e confrontarsi con i migliori giocatori del mondo; i viaggi per questi eventi sono infatti completamente spesati per tutti i team vincitori di ogni National Circuit. La decisione poco professionale presa da Pacobey mina nuovamente i delicati equilibri della community Esport italiana di Call of Duty, che è letteralmente “insorta” sui diversi social, data la delusione generale per la mancata occasione di poter tifare un team almeno parzialmente tricolore ai CWL Open di Atlanta.

La speranza si aggrappa nello spirito di responsabilità dei giocatori nel presenziare al prossimo evento, in caso riescano a vincere anche i prossimi stage in programma per il National Circuit italiano. Quel che sembra una certezza al momento è la loro presenza al CWL Open di Birmingham, che si terrà dal 30 Marzo al 1 Aprile.

Servizio a cura di redazione GEC - Giochi Elettronici Competitivi

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti