Counter Strike dice addio ai gruppi localizzati nei propri tornei

Addio ai Gruppi divisi per continente presenti negli ultimi Tornei di Counter strike: Global Offensive di quest'anno. Sarà un ritorno alle origini

© BLAST

La nuova decisione presa da BLAST, noto organizzatore di tornei su Counter Strike: Global Offensive, è ufficiale. Dal 26 Ottobre (Data di inizio della BLAST Premier Fall) verranno eliminate ufficialmente le divisioni per continente, riunendo per la prima volta dopo otto mesi, tutte le squadre sotto una sola ed unica competizione unificata. Iniziativa presa nella speranza di poter tornare a giocare il più normalmente possibile, e riaccendere le rivalità che sono andate perdute negli ultimi mesi.

Via i gruppi localizzati dai tornei di Counter Strike

Sin da quando l'emergenza sanitaria ha costretto il mondo intero a chiudersi in casa, molteplici organizzazioni hanno provveduto a generare nuovi format per poter garantire lo stesso, una copertura di tutti gli eventi videoludici che si sarebbero svolti nel corso dei mesi successivi.

Una grandissima incognita sono stati però i tornei ed i campionati esportivi, i quali hanno dovuto totalmente essere reinventati per poter poi garantire comodità e sicurezza a tutti i propri partecipanti. Ci sono di fatti stati alcuni enti che oltre a disputare online ogni singola partita, hanno anche deciso di dividere le proprie competizioni in quattro parti.

ESL Play ha infatti suddiviso i team partecipanti ad i propri eventi Major e One, in diversi gruppi corrispondenti ad un continente diverso. Facilitando in questo modo le partite a tutti gli atleti, i quali giocavano solamente con chi aveva un fuso orario simile o uguale al loro.

In un recente comunicato stampa emesso da un noto portale videoludico, c'è però chi non vuole più seguire questa strada. Almeno non con Counter Strike: Global Offensive. BLAST ha infatti affermato che riaccenderà le vecchie competizioni di una volta, riunendo sotto un unico torneo, tutti i team partecipanti alla BLAST Premier Fall. Torneo che inizierà il prossimo 26 Ottobre, e prevederà lo schieramento in campo di ben 12 squadre professionistiche provenienti sia dal Nord America, che dall'Europa.

"Sono contento di poter donare nuovamente agli spettatori un torneo degno di nota. Negli ultimi mesi abbiamo sicuramente sentito la mancanza di quelle partite accese fra Team rivali da tutta una vita, che per colpa dei gruppi localizzati, non hanno mai potuto sfidarsi." - Scrive il direttore della BLAST Premier Fall.

Commenti