GP Portogallo, Isola: "Tracciato impegnativo, tante incognite per i piloti"

Il responsabile F1 e Car Racing Pirelli sul prossimo appuntamento mondiale di F1: "Abbiamo già riferimenti su questa pista, grazie all'esperienza GT e Superbike"
© Getty Images

ROMA - La Formula 1 torna a correre sul circuito di Portimao 24 anni dopo. In occasione del GP del Portogallo, Pirelli porta in pista le seguenti mescole: C1 P Zero White hard, C2 P Zero Yellow medium e C3 P Zero Red soft. La scelta viene spiegata da Mario Isola, responsabile F1 e Car Racing Pirelli: "Per la prima volta ci aspettano due gare consecutive su circuiti completamente nuovi nell'era turbo-ibrida: si inizia da Portimao, al debutto assoluto. Qui non si è mai disputata alcuna gara di Formula 1, ma Pirelli ha già riferimenti su questa pista, grazie all'esperienza GT e Superbike".

"È un tracciato spettacolare - prosegue Isola in una nota - e crediamo che i piloti lo apprezzeranno molto. Portimao è particolarmente impegnativo sui pneumatici e le temperature elevate potrebbero influire sulle prestazioni, motivo per cui abbiamo scelto le tre mescole piu' dure della gamma. Anche l'allocazione standard è stata modificata, con un set in piu' di P Zero White hard e uno in meno di P Zero Red soft rispetto alle altre gare". "Durante i primi 30 minuti di FP2, i piloti proveranno i pneumatici per il 2021: come sempre, il test sarà 'blind' quindi nessuno conoscerà esattamente le specifiche provate" conclude Isola.

Commenti