F1, Albon: "Rivoglio il sedile della Red Bull, lotterò per questo"

Il pilota bocciato dalla Red Bull non vuole piangersi addosso e sta già pensando a come riprendersi il proprio posto
F1, Albon: "Rivoglio il sedile della Red Bull, lotterò per questo"© Getty Images

ROMA - “Sarò poco in macchina nel 2021, questo è certo, ma rivoglio indietro quel sedile e lotterò affinché questo avvenga. È stato deludente, credo che situazioni simili saranno sempre deludenti. La Formula 1 per un pilota è un sogno che poi diventa un obiettivo, e quando ci arrivi non è facile accettare di ritrovarsi fuori, ma non ha senso piangersi addosso, bisogna reagire e fare il possibile per tornarci". Alexander Albon non molla e dopo la bocciatura della Red Bull, che nel 2021 si affiderà a Max Verstappen e Sergio Perez, vuole riprendersi il proprio posto nel circus. 

Le parole del pilota

Albon vuole tornare un pilota di Formula 1 e ha bene in testa come riuscirci: "Per quanto mi riguarda devo semplicemente rimettermi al lavoro a testa bassa, ci sono già passato in precedenza - ha proseguito in un'intervista a Racefans.net -. Nel 2020 mi è semplicemente mancato il tempo per dimostrare di valere quel sedile, sono già molto soddisfatto del lavoro svolto questo inverno per rendere la Red Bull RB16-B una vettura migliore rispetto a quella della passata stagione”.

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti