F1, le statistiche del Gp di Gran Bretagna: Hamilton re di Silverstone

Il padrone di casa è a quota 7 vittorie e non è mai sceso dal podio dal 2013. La pole della Ferrari manca da 9 anni
F1, le statistiche del Gp di Gran Bretagna: Hamilton re di Silverstone© 2020 Pool
TagsF1hamiltonSilverstone

ROMA - Lewis Hamilton ritorna nel proprio regno per tentare la rimonta ai danni di Max Verstappen. Negli ultimi anni l'inglese non ha mai approcciato il Gran Premio di Gran Bretagna con questo distacco dal leader, ma Silverstone può essere un crocevia importante per il campionato. La storia parla a favore del padrone di casa, che comanda l'albo d'oro con sette successi, oltre a dieci podi di cui sette consecutivi. Solamente nel 2013 (arrivò quarto) la sorte ha giocato un brutto scherzo a Lewis con il famoso scoppio di un pneumatico. Il campione del mondo in carica comanda numerose statistiche, tra cui quella dei km in testa a quota 1.897 (insegue Jim Clark con 1.693 km). Un Gran Premio in cui storicamente la pole non fa una differenza decisiva: da segnalare solo 8 doppiette tra qualifica e gara nelle ultime 26 edizioni. Hamilton ci è riuscito nel 2015, 2016, 2017 e 2020. 

Nel 2018 l'ultima firma Ferrari

L'ultima vittoria della Ferrari in Gran Bretagna è piuttosto fresca ed è datata 2018 con il successo di Sebastian Vettel davanti a Lewis Hamilton e Kimi Raikkonen. Anche l'ultimo podio è recente e fa riferimento allo scorso anno quando Charles Leclerc si è piazzato alle spalle di Hamilton e Max Verstappen. E chissà che proprio a Silverstone non arrivi il primo podio stagionale per il monegasco. Ma la gara più recente sul circuito inglese è stata vinta dallo stesso Verstappen nel Gp del 70° anniversario disputato il 9 agosto scorso. L'ultima pole della Ferrari? Nel lontano 2012 con Fernando Alonso. 

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti