GP Francia, Redding: "Gap con Rea? Può succedere di tutto"

Il pilota della Ducati dopo la vittoria a Magny-Cours: "In confronto a me, Rea può fare affidamento su una maggiore esperienza, ma sopratutto su una moto che è sempre la stessa da cinque anni"
© Getty Images

ROMA - "Sono davvero felice per questo risultato, era la mia prima volta a Magny-Cours, per lo più sul bagnato. Durante il weekend ho faticato con le gomme e anche in fase di accelerazione. Appena la gara è partita ho visto che Rea non era troppo distante, così ho capito che dovevo attaccare. Ho colmato il gap dai piloti che mi precedevano, in seguito mi sono avvicinato a lui". Così Scott Redding ha commentato il primo posto nel GP di Francia, penultimo appuntamento del mondiale di Superbike 2020 rinviando la festa iridata di Rea all'Estoril, tra due settimane. "Quando ho superato Rea sapevo che la pista era piena di insidie e di conseguenza non potevo prendere rischi eccessivi. Ho però cercato di spingere, evitando di perdere concentrazione e mantenendo il mio ritmo. Alla fine sono riuscito a vincere e sono entusiasta per questo risultato". E sul gap con Rea, il pilota Aruba afferma: "So che resta grande, dato che gli mancano 3 punti per vincere il titolo, ma nelle moto può succedere di tutto. In confronto a me, Rea può fare affidamento su una maggiore esperienza, ma sopratutto su una moto che è sempre la stessa da cinque anni a questa parte". Mentre sul prossimo e ultimo round chiosa: "Sono stato tanti anni sul tracciato di Estoril, ho una pessima memoria a riguardo. In Portogallo nessuno ha mai corso prima di oggi e sarà interessante per i piloti capire cosa accadrà e quali saranno i valori in campo. Ma al tempo stesso il discorso vale anche per il pubblico da casa che ci seguirà".

Commenti