Superbike, Rea: "Complimenti a Razgatlioglu, titolo perso a metà stagione"

Il pilota nordirlandese si complimenta con il turco per il Mondiale ma avverte: "Nel 2022 la Ninja ancora più forte"
Superbike, Rea: "Complimenti a Razgatlioglu, titolo perso a metà stagione"© EPA
TagsSbkmondialeRazgatlioglu

ROMA - Leale ma combattivo. È questo il Jonathan Rea che chiude questa stagione di Superbike che lo ha visto perdere il suo scettro dopo 6 stagioni consecutive di egemonia totale. A sottrargli il titolo mondiale è stato Toprak Razgatlioglu, pilota turco del team Pata Yamaha, che lo ha staccato di 13 punti in classifica. Tuttavia, Rea non porta nessun rancore: "Faccio i miei complimenti a Toprak per come ha condotto la stagione. Merita il titolo, è un pilota che conosco molto bene ed è sempre stato molto veloce. Non ho perso il titolo questo fine settimana, ma nel mezzo della stagione", queste le sue parole.

Rea: "Bello il 65 ma rivoglio l'1"

Complimenti sì, ma Rea non si piange addosso e vuole subito la riscossa per la nuova stagione, affermando: "Cercherò di imparare dagli errori che ho commesso, sperando in una Kawasaki ancora più competitiva su accelerazione e velocità massima. Non posso di certo dire che sono scontento di questa stagione: le lotte con Toprak e Scott (Redding, terzo nella classifica finale, ndr) sono state divertenti. Abbiamo alzato l'asticella e sarà interessante vedere come sarà il campionato dell'anno prossimo". Poi una chiosa sulla numerazione: "Alla fine del weekend in Indonesia ho rivisto il numero 65 sulla mia moto. È stata una bella sensazione. Mi ha ricordato il mioi primo anno da pilota. Per questo sono felice di utilizzarlo per il prossimo anni, ma spero di tornare il prima possibile al numero 1".

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti