Marcelo e la storia dietro al tatuaggio del Maggiolino Volkswagen

Sul braccio destro dell’ormai ex capitano del Real Madrid c’è l’iconica vettura tedesca su cui il nonno Pedro lo accompagnava agli allenamenti in Brasile
Marcelo e la storia dietro al tatuaggio del Maggiolino Volkswagen
2 min
TagsMarceloMaggiolino VolkswagenTatuaggio

Quando si parla di auto e calciatori, si pensa quasi sempre ad auto sportive e di lusso che sfrecciano sulle strade, a cifre folli e a personalizzazioni estreme. E poi ci sono alcune storie, come quella di Marcelo ormai ex capitano del Real Madrid, dove la vettura protagonista ha un significato ben più profondo. Il campione, reduce da una stagione incredibile con la sua ex squadra (con cui nel 2021/22 ha conquistato sia Liga che Champions), dal 2019 ha tatuato sul braccio destro un Maggiolino Volkswagen, auto del nonno e simbolo della sua adolescenza in Brasile.

Una vettura speciale

Proprio con il Maggiolino, modello diffusissimo in tutto il mondo, il nonno Pedro accompagnava il giovane campione agli allenamenti di calcio. Un’auto a cui il difensore è legatissimo, tanto da prendere la decisione di tatuarsela, come simbolo indelebile nella sua vita. E forse quel Maggiolino, a Marcelo, ha davvero cambiato l'esistenza. “Significa molto per me. Ho vissuto molte cose con lui”, aveva dichiarato il brasiliano in passato parlando del nonno Pedro e, inevitabilmente, anche della vettura. Vettura senza la quale, forse, non avrebbe mai raggiunto questi livelli. È stato il nonno Pedro a incoraggiare il nipote a non mollare il calcio e proprio al volante del Maggiolino lo accompagnava al centro degli allenamenti, a circa un’ora dalla loro casa.

A Bale bastano 16 minuti in campo per ripagare le sue auto da 580mila euro

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti