Euro 2024: parcheggiare è il "più grande fattore di stress" per i tifosi di calcio che guidano nei giorni delle partite

I risultati emersi da un sondaggio di EasyPark Group che ha coinvolto tifosi di calcio con patente di guida di 9 paesi: Regno Unito, Paesi Bassi, Germania, Italia, Spagna, Portogallo, Danimarca, Francia e Austria
Euro 2024: parcheggiare è il "più grande fattore di stress" per i tifosi di calcio che guidano nei giorni delle partite
4 min

Con l'inizio del Campionato europeo di calcio 2024 in Germania, l'adrenalina cresce, e non solo sui campi da gioco. Una nuova ricerca sulle abitudini di guida dei tifosi europei ha rivelato che, nei giorni di partita, per oltre un terzo (36%) dei tifosi trovare parcheggio vicino allo stadio è fonte di stress.

La ricerca del parcheggio

Questi sono i risultati emersi da un sondaggio condotto a maggio 2024 su oltre 11.000 tifosi di calcio con patente di guida in Europa, tra cui 1.000 tifosi italiani, realizzato da EasyPark Group, fornitore globale di soluzioni per la sosta. L'indagine afferma che, nei giorni del match, un quarto (23%) dei tifosi dedica più di 20 minuti alla ricerca di un posto auto, mentre uno su dieci (10%) è costretto a girare per almeno 30 minuti prima di trovare parcheggio.

Ma non è solo la ricerca del parcheggio a creare problemi. Per quasi la metà (41%) dei tifosi italiani intervistati, è il traffico nei giorni di partita a rappresentare una delle maggiori fonti di stress. Nonostante ciò, un tifoso su quattro (24%) prevede comunque di guidare per raggiungere gli Europei prima delle partite, poiché è il modo più conveniente di viaggiare e perché gli orari dei treni non coincidono con quelli delle partite.

La app di EasyPark

Il 25% dei tifosi italiani che hanno risposto al sondaggio ha affermato di aver rischiato di perdere le fasi finali dell'incontro poiché il biglietto del parcheggio stava per scadere. Grazie ad applicazioni come EasyPark, ha invece avuto la possibilità di prolungare la sosta direttamente dal proprio smartphone, evitando così di dover lasciare lo stadio in anticipo.

Quasi tre quarti (70%) dei tifosi di calcio europei intervistati ha affermato di aver programmato di assistere dal vivo agli Europei di quest'anno. Il 37% ha pianificato di viaggiare in auto verso la Germania, causando potenziali problemi di congestione per le città ospitanti. 

Tra i tifosi europei intervistati, gli spagnoli sono quelli più propensi a seguire la nazionale in trasferta con il 91% che valuta di vedere dal vivo alcune partite in Germania quest'estate. Invece solo poco più della metà (52%) dei tifosi del Regno Unito pensa di assistere agli incontri. 

"Con l’inizio degli Europei 2024, città come Berlino e Amburgo vedranno un significativo aumento di visitatori, con un impatto sulla vivibilità urbana. Ci sarà anche un maggior numero di auto in circolazione e di conseguenza il parcheggio potrebbe rivelarsi una sfida per residenti e tifosi. Eventi come questo sottolineano l'importanza di avere un'infrastruttura per la gestione del traffico, basata sia sulla tecnologia sia sui dati. Le informazioni raccolte dalle diverse soluzioni di mobilità potrebbero aiutare le città a prepararsi per periodi più intensi e a implementare cambiamenti che rendano la vita più facile agli automobilisti, garantendo al contempo la vivibilità degli spazi urbani". ha affermato Cameron Clayton, CEO di EasyPark Group.

Ha inoltre commentato Silvana Filipponi, Country Director Italia di EasyPark Group “Grandi eventi come il Campionato europeo di calcio 2024 mettono a dura prova la mobilità urbana e richiedono un ripensamento radicale dei modelli tradizionali. In tale scenario, la nostra app per la sosta assume un ruolo strategico per facilitare il parcheggio e garantire una mobilità complessiva più fluida ed efficiente. L’approccio di EasyPark basato sui dati, sul monitoraggio in tempo reale dei servizi di sosta e sulla mappatura aggiornata della distribuzione degli spazi urbani rappresentano i cardini chiave per realizzare politiche di mobilità più ponderate ed efficaci”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA