Motoball: a calcetto si gioca anche in moto | VIDEO

Le regole sono quelle basilari del calcio a 5, ma si gioca in sella a una due ruote, anche scooter: ecco l'insolito "sport", nato addirittura nel 1930 e ampiamente diffuso in Europa

É possibile giocare a calcio in sella a una moto: sembra assurdo, ma si tratta di uno "sport" realmente esistente. Si chiama Motoball, ed è nato in Francia già intorno al 1930. Un video presente su YouTube e risalente a due anni fa mostra come si svolge una normale partita tra due squadre.

Calcetto sulle moto: le regole

Come avrete potuto notare, si tratta di una vera e propria partita di calcetto, ma in sella a una moto. La regola per avere punti è la stessa del calcio: segnare gol. E per farlo è concesso fare sgommate, derapate o anche impennate. Insomma, più spettacolo si fa, meglio è. "In campo" scendono 4 giocatori/centauri per squadra, il pallone ha un diametro non superiore ai 40 centimetri, pesa circa 1 kg ed è più robusto dei normali palloni da calcio. Gli arbitri sono due (per avere la massima visibilità e giudicabilità di ogni azione), così come i guardalinee, che proprio come le loro controparti del football, segnalano rimesse laterali e calci d'angolo.

Moto o scooter, tutti possono giocare

La disciplina è aperta a qualsiasi categoria di moto - anche se vengono prediletti i modelli enduro per questioni di maneggevolezza -, anche gli scooter: questi ultimi devono però essere opportunamente modificati, con il guidatore che deve essere posto a un'altezza tale che non tocchi il terreno con i piedi.

Il Motoball ha anche delle vere e proprie nazionali rappresentative, che giocano dei tornei tra di esse. I Paesi dove è più diffuso sono Francia, Germania, Ucraina, Bielorussia, Paesi Bassi e Russia. In Italia, qualora dovesse diffondersi, rappresenterebbe la soluzione ideale per tutti coloro indecisi se, con i propri amici, fare un giro in moto oppure andare a giocare la classica partitella di calcetto. 

Commenti