Splach Trasformer: il monopattino elettrico che si crede una moto da cross

Insieme all’esclusivo design dell’attacco manubrio, che può essere allungato e accorciato a piacimento, l’e-scooter vanta una batteria da 48 V e un motore brushless capace di spingerlo fino a 38 km/h
Splach Trasformer: il monopattino elettrico che si crede una moto da cross
TagsMonopattino elettricooffroadmobilità

Non una moto da off-road, non un monopattino elettrico: lo Splach Trasformer trascende tutto questo per incarnarsi in qualcosa di diverso. In poche e semplici parole si può definire come un e-scooter trasformabile capace di attraversare ogni tipi di terreno.

Splach Trasformer: il monopattino elettrico per l'off-road
Guarda la gallery
Splach Trasformer: il monopattino elettrico per l'off-road

Fino a 4 modalità di guida

L’idea è stata partorita dalla Splach, azienda statunitense dedita allo sviluppo di bici e monopattini elettrici, che ha pensato bene di dar vita ad un vero e proprio monopattino trasformabile orientato al tempo libero, ma anche in grado di fungere da veicolo per un pendolarismo, diciamo, non convenzionale.

I suoi punti di forza, ovviamente, restano quelli della personalizzazione e della potenza garantita per l’off-road. Lo Spleach Trasformer, infatti, come si intuisce anche dal nome, fa della modulabilità il suo marchio distintivo.

Insieme all’esclusivo design dell'attacco manubrio – che può essere allungato e accorciato a piacimento -, ben 4 diverse riding mode (Eco, Middle, High e Sport), alla batteria sostituibile da 48 V e 10,2 Ah in grado di fornire autonomia fino a 35/40 chilometri con una sola carica e alle carene sostituibili, c’è anche un potente motore brushless capace di generare una coppia di 960 watt e di spingere il monopattino fino a 38 km/h. Insomma, quanto basta per intense sessioni fuoristradistiche subito dopo essere usciti dall’ufficio.

La ciclistica del Transformer

Sotto le sue forme aggressive da minimoto da cross troviamo poi un telaio a traliccio realizzato in lega d’alluminio, mentre lato sospensioni vanta una corta forcella idraulica all’anteriore e un monoammortizzatore al posteriore. Importante anche l’impianto frenante con freni a disco sia davanti che dietro, i fari a LED, la strumentazione con display LCD e i pneumatici tassellati da 10”.

Dopo morte italiana a Parigi mette freno a monopattini elettrici

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti