EICMA 2019, le 7 migliori moto concept

In Moto ha selezionato le sette migliori motociclette che provano ad anticipare quella che sarà la mobilità su due ruote del futuro
EICMA 2019, le 7 migliori moto concept

Non solo moto di serie. Al Salone dell'EICMA 2019 erano presenti anche tante concept bike, moto che anticipano quello che sarà il futuro delle due ruote. In Moto ha selezionato i sette modelli migliori ed evocativi, in rigoroso ordine casuale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Aprilia Tuono 660

Parente strettissima della spettacolare RS 660 è il concept della Aprilia Tuono, di fatto una versione naked della supersportiva di Noale. Sfrutta lo stesso bicilindrico in linea frontemarcia di 660 cc, in questo caso però la potenza è di 95 CV (molto probabile una versione depotenziata a 35 kW per i neopatentati A2). Il telaio è un perimetrale in alluminio che sfrutta il motore come elemento stressato. Impianto frenante Brembo, forcella Kayaba, posizione di guida piuttosto confortevole: anche la Tuono 660 promette di essere una naked performante ma non estrema, adatta quindi a un utilizzo quotidiano. Intanto al proprio stand Aprilia ha esposto un box di vetro che, in mezzo a una folta vegetazione, nasconde una moto che sfrutterà la stessa base meccanica. Ci viene in mente un solo nome: Aprilia Tuareg.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

BMW Concept R18

Cuore di questa incredibile concept è il bicilindrico, appeso a una culla in tubi di acciaio. Di lui si sa poco o nulla: ha una cilindrata di circa 1.800 cc, è raffreddato ad aria/olio e verrà utilizzato su diversi modelli. Il serbatoio a goccia è un autentico capolavoro. È nero lucido ed è ornato da eleganti finiture bianche realizzate a mano. Al posteriore il telaio sembra rigido, ma c’è un monoammortizzatore seminascosto sotto la sella, rigorosamente monoposto. I cerchi a raggi da 21-18 pollici calzano, oggi come allora, pneumatici Metzeler. Per il resto, gli ingredienti sono quelli giusti: la Concept R18 è bassa, lunga e con la forcella molto aperta, rivestita peraltro da due raffinati foderi. Non resta che attendere ulteriori sviluppi, ma la strada che BMW ha intrapreso è già ben delineata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

MV Agusta Rush 1000

L’azienda italiana si è presentata a Milano con l’aliena MV Agusta Rush 1000, un concept realizzato sulla base della Brutale 1000 RR. Il motore infatti è pur sempre a 4 cilindri da 208 CV, ma tutta l’estetica è diversa. Il faro centrale tondo arriva dalla RVS #1 ed è un LED con funzione cornering. La ruota posteriore è lenticolare, quella anteriore invece è a raggi: un mix curioso ma gradevole.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Honda CB4 X

Al reparto design dello stand di Honda sfila questo concept chiamato Honda CB4 X. Per ora è un esercizio di stile, frutto di una matita tutta italiana (Valerio Aiello), ma l’azienda di Tokyo ci ha abituato a trasformare in modelli di serie tutti i concept presentati in fiera. La CB4 X sfrutta il 4 cilindri di 998 cc della CB1000R e ha forme da crossover stradale. Ruote da 17 pollici, manubrio alto e protezione aerodinamica: i presupposti per una sportiva viaggiatrice ci sono tutti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Kymco RevoNEX

Kymco si presenta in EICMA con una naked elettrica dalle prestazioni…elettrizzanti: i dati di potenza e coppia non sono dichiarati, ma si parla di uno 0-100 km/h in 3,9 secondi e 205 km/h di velocità massima, raggiunti in appena 11,8 secondi. Il motore lavora in abbinata a un cambio a sei marce, per dare al pilota il feeling di una moto tradizionale. Sempre in quest’ottica anche il rumore: la RevoNEX è dotata di un impianto audio che riproduce il suono di una moto endotermica in base al carico imposto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
 Husqvarna Norden 901

Il concept Norden 901, presentato in occasione di EICMA 2019, anticipa una nuova adventure-touring probabilmente prossima alla produzione di serie. A spingerla ci pensa un due cilindri parallelo da 889,5 cc con un’erogazione ottimizzata per l’utilizzo off-road. Un mezzo che, almeno in questa versione concept, mantiene un’impostazione da “tutto-terreno” vera, come testimoniano le ruote di 21 e 18 pollici. A completare, un comparto sospensioni marcato WP e un pacchetto elettronico in linea con la migliore concorrenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ducati Desert X

L’azienda di Borgo Panigale porta al Salone di Milano un concept evocativo: si chiama Desert X e sfrutta la base della Scrambler 1100. Prende ispirazione dalle vecchie Cagiva motorizzate Ducati (la grafica è un chiaro riferimento a Edi Orioli) e la componentistica è off-road: parliamo di cerchi in misura 21-18 pollici, doppio serbatoio, doppio faro anteriore (che però è a LED). Proprio come le moto della Dakar di un tempo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Non solo moto di serie. Al Salone dell'EICMA 2019 erano presenti anche tante concept bike, moto che anticipano quello che sarà il futuro delle due ruote. In Moto ha selezionato i sette modelli migliori ed evocativi, in rigoroso ordine casuale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti